Overblog
Suivre ce blog Administration + Créer mon blog
8 août 2021 7 08 /08 /août /2021 17:19
Dott.sa Caterina GIOIELLA -

Dott.sa Caterina GIOIELLA -

Gentile Connazionale,

quest’anno si terranno le elezioni per il rinnovo dei Comitati per gli Italiani all’estero (Com.It.Es).

I Com.It.Es sono organismi rappresentativi della collettività italiana che operano per l’integrazione della comunità italiana residente nel Paese straniero in cui si trovano e svolgono diverse attività di sostegno ai connazionali: possono offrire indicazioni per la ricerca di una abitazione, sul sistema pensionistico o su come iscrivere i bambini alle scuole; possono inoltre organizzare seminari, incontri e conferenze, corsi di lingua, di formazione e di aggiornamento professionale, iniziative culturali di promozione della cultura italiana e di scambio, ricreative o sportive.

Le elezioni per il rinnovo dei Com.It.Es. si terranno entro la fine del 2021 (articolo 14, comma 3, del decreto-legge n. 162 del 30 dicembre 2019, convertito in legge n. 118 del 28 febbraio 2020). 

A questo importante appuntamento elettorale potranno partecipare i cittadini italiani maggiori di 18 anni iscritti all’AIRE (anagrafe degli italiani residenti all’estero) e residenti nella circoscrizione consolare da data anteriore al 3 giugno 2021.

Le elezioni si svolgono per corrispondenza: il Consolato Generale d’Italia a Nizza manderà il plico elettorale per posta agli elettori che entro il 3 novembre avranno chiesto di essere iscritti nell’elenco elettorale per le elezioni dei Com.It.Es (c.d. opzione inversa).

L’iscrizione nell’elenco elettorale può essere richiesta sin d’ora attraverso il portale dei servizi consolari Fast It, a questo link: https://serviziconsolari.esteri.it/ScoFE/index.sco, selezionando la voce “Anagrafe consolare/AIRE/Elettorale” e poi “Domanda di iscrizione nell’elenco elettorale per le elezioni dei COMITES.

La procedura su Fast It sarà interamente guidata e tutta digitale, garantendo rapidità e sicurezza. Iscriversi nelle liste elettorali è semplice, immediato e gratuito.

Se non si desidera utilizzare il portale dei servizi consolari Fast Itsarà possibile far pervenire al Consolato Generale d’Italia, 72 Boulevard Gambetta, 06000 Nice, il modulo di iscrizione nell’elenco elettorale per le elezioni dei Com.It.Es (reperibile a questo link https://consnizza.esteri.it/consolato_nizza/resource/doc/2021/07/domanda_iscrizione_elenco_elettori.pdf)  in uno dei seguenti modi:

-          consegnandolo di persona insieme a fotocopia del proprio documento di identità,  comprensivo della firma del titolare;

-          inviandolo per posta cartacea insieme a fotocopia del proprio documento di identità,  comprensivo della firma del titolare;

-          inviandolo per posta elettronica ordinaria (mail) all’indirizzo aire2.nizza@esteri.it, sempre insieme a fotocopia del proprio documento d’identità, comprensivo della firma del titolare.        

Per maggiori informazioni sui Com.It.Es si invita a visitare il sito del Consolato Generale d’Italia a Nizza e il sito istituzionale della Farnesina ai link:

https://consnizza.esteri.it/consolato_nizza/it/i_servizi/per_i_cittadini/servizi_elettorali/elezioni_comites

https://www.esteri.it/mae/it/servizi/italiani-all-estero/organismirappresentativi/comites.html

Un cordiale saluto,

 

La Console Generale

Caterina Gioiella

 

 

  •  

Partager cet article

Repost0
3 juin 2021 4 03 /06 /juin /2021 13:43
La Ville de Nice hisse le drapeau italien pour célébrer le 75e anniversaire de la "Festa della Repubblica"

L

La Festa della Repubblica, Fête de la République, est célébrée chaque année le 2 juin en référence à la proclamation de la République italienne à l’issue du référendum institutionnel de 1946.

Soulignant la force des liens unissant Nice à l’Italie, le fronton de la mairie s’est paré des couleurs italiennes à l’occasion du 75ème anniversaire de ce tournant majeur de l’histoire transalpine.

=========================================================

La Console Generale
Caterina Gioiella
 
Un chaleureux remerciement au Maire de Nice, Christian Estrosi, ainsi qu’à la Mairie, pour le très beau geste d’avoir arboré le drapeau Tricolore italien sur l’édifice de la Mairie, hier 2 juin, en l’honneur de la Fête Nationale de la République Italienne. Comme il est de coutume dans les authentiques relations d’amitié, la période particulièrement difficile de crise sanitaire a rendu encore plus étroites et solidaires nos relations.Nous sommes heureux et orgueilleux que la Ville de Nice ait voulu saluer par ce geste, important symbole de rapprochement, l’excellence des relations entre l’Italie
 
 
La Consule Générale
 
 
Caterina Gioiella

 

Un caloroso ringraziamento al Sindaco di Nizza, Christian Estrosi, e alla Mairie, per il bellissimo gesto dell’esposizione del Tricolore italiano sull’edificio del Comune, ieri 2 giugno, in onore della Festa Nazionale della Repubblica Italiana.
 
Come consuetudine nelle relazioni di autentica amicizia, il periodo particolarmente difficile dell’emergenza sanitaria ha reso ancora più strette e solidali le nostre relazioni. Siamo felici e orgogliosi che la Città di Nizza abbia voluto salutare, con questo importante simbolo di vicinanza, l’eccellenza delle relazioni tra Italia
 
 
 
 
 
 
 

Partager cet article

Repost0
31 janvier 2021 7 31 /01 /janvier /2021 08:04
COMITES: I Comitati degli Italiani all’Estero

EZIO GREGGIO - PRESIDENTE COMITES NEL PRINCIPATO DI MONACO

 

I Comitati degli Italiani all’Estero

Comitati degli Italiani all’Estero sono stati istituiti nel 1990. Il loro compito è di collaborare con l’autorità consolare per individuare i bisogni della collettività e promuovere iniziative a tutela dei diritti dei cittadini italiani nel mondo.

I Comites cooperano con le regioni e le autonomie locali italiane, nonché con enti, associazioni e comitati della circoscrizione consolare per favorire attività sociali e culturali.

I membri sono eletti a suffragio universale ogni cinque anni. Votano tutti i cittadini italiani iscritti all’A.I.R.E. (Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero) che siano residenti da almeno sei mesi nella circoscrizione consolare. Possono far parte del COM.IT.ES. i cittadini italiani residenti nella circoscrizione consolare, e per cooptazione e previo assenso delle Autorità locali, i cittadini stranieri di origine italiana in misura non eccedente un terzo dei componenti del COM.IT.ES. stesso (per i Paesi europei).

FRANCO VALENTI - Presidente COMITES NIZZA - 

Istituiti con legge n. 205/1985, i Com.It.Es. sono organismi rappresentativi della nostra collettività, eletti direttamente dagli italiani residenti all’estero in ciascuna Circoscrizione consolare ove risiedono almeno 3 mila connazionali iscritti nell’elenco aggiornato di cui all’art. 5 co. 1 della Legge 27.12.2001 n. 459; anche in realtà ove vivono meno di 3 mila cittadini italiani i Comitati possono essere nominati dall’Autorità diplomatico-consolare. Attualmente i Comites sono disciplinati dalla legge 23 ottobre 2003, n. 286 e dal D.P.R. 29 dicembre 2003, n. 395 (Regolamento di attuazione). Fra le numerose novità apportate, si segnala in primo luogo l’introduzione del voto per corrispondenza nella elezione dei Comitati; la legge rinvia alle procedure previste dalla legge 27 dicembre 2001, n. 459: pertanto, la base elettorale è la medesima di quella contemplata per l’elezione dei rappresentanti al Parlamento nazionale.

I Com.It.Es. sono composti da 12 membri o da 18 membri, a seconda che vengano eletti in Circoscrizioni consolari con un numero minore o maggiore di 100 mila connazionali residenti, quali essi risultano dall’elenco aggiornato utilizzato per eleggere i rappresentanti al Parlamento nazionale. Il Comitato, una volta eletto, può successivamente decidere di cooptare 4 o 6 componenti, cittadini stranieri di origine italiana. Elemento di particolare novità è costituito dall’art. 1, co. 2 della legge 286/2003, che definisce per la prima volta i Com.It.Es. “organi di rappresentanza degli italiani all’estero nei rapporti con le rappresentanze diplomatico-consolari”; in tal modo, si valorizza il loro ruolo, tanto nei confronti delle collettività di cui sono espressione, tanto dell’Autorità consolare. La nuova legge enfatizza infatti gli stretti rapporti di collaborazione e cooperazione che debbono instaurarsi fra Autorità consolare e Comitati, anche attraverso il “regolare flusso di informazioni”.

Con riguardo alle loro funzioni, i Com.It.Es., anche attraverso studi e ricerche, contribuiscono ad individuare le esigenze di sviluppo sociale, culturale e civile della comunità di riferimento; particolare cura viene assicurata alla partecipazione dei giovani, alle pari opportunità, all’assistenza sociale e scolastica, alla formazione professionale, al settore ricreativo, allo sport ed al tempo libero. I Comitati sono anche chiamati a cooperare con l’Autorità consolare nella tutela dei diritti e degli interessi dei cittadini italiani residenti nella Circoscrizione consolare. A seguito delle elezioni del marzo 2004, operano oggi 123 Com.It.Es., diffusi in 38 Paesi: di questi, 67 si trovano in Europa, 23 in America latina, 4 in America centrale, 16 in Nord America, 6 in Asia e 7 in Africa.

 

In alto Comites:Sala Biblioteca (c) L.M.

Nota dal Presidente Valenti, Com.It Es di Nizza

"L'emigrazione italiana è in forte aumento i dati della comunità di Nizza ci danno che negli ultimi 20 anni siamo passati da circa 20.000 iscritti AIRE a circa 40.000.Allora il ruolo dei COMITES diventa importante nell'aiuto della nuova e vecchia emigrazione.Purtroppo i finanziamenti dei COMITES sono pochi rispetto al ruolo che dovrebbe avere.Ci viene in aiuto comunque il MAECI che con progetti finalizzati vengono finanziati,nel nostro caso ci è stato finanziato un progetto di informazione,aiuto e indirizzo per quelle che possono essere le esigenze dei nostri connazionali,in collaborazione degli uffici consolari ,patronati,associazione varie. Un grazie va comunque a tutti i componenti dei COMITES che con il loro volontariato cercano di alleviare le difficoltà che affrontiamo noi  emigranti."

Note da CGIE 

Partager cet article

Repost0
10 octobre 2020 6 10 /10 /octobre /2020 07:51
 Concerto 21/10/2020 - Concerto Straordinario 'RINASCITA'

Il Concerto Straordinario 'RINASCITA' avrà luogo, con l'Alto Patronato di S.A.S. il Principe Alberto II, Mercoledì 21 ottobre 2020 all'Auditorium Rainier III di Monaco, volevamo precisare che:

> Il concerto sarà preceduto, per chi lo desideri, da un intervento previsto alle ore 19,30 con il Maestro Gianluigi Gelmetti, che illustrerà il programma.Il concerto inizierà ore 20,30 (durata 1,15 circa senza intervallo).I biglietti di ingresso obbligatori per il concerto possono essere ritirati già da ora su presentazione dell'invito (valido per due persone), presso la biglietteria che si trova all'interno del Casinò di Monte-Carlo:Dal Martedì al Sabato –  dalle ore 10,00 alle ore 17,30                      

 

Partager cet article

Repost0
8 août 2020 6 08 /08 /août /2020 15:49
GIULIO ALAIMO E’ IL NUOVO AMBASCIATORE D’ITALIA

Già Console Generale a Zurigo CH) dal 2016, incarico che lascia per  l’Ambasciata d’Italia nel Principato di Monaco, Giulio ALAIMO,si presenta alla comunità italiana atto a consolidare le eccellenze italiane in un contesto di riconosciuto prestigio. Leggiamo dal sueo trascorso diplomatico posizioni di servizio alla Presidenza del Consiglio dei Ministri prima di accedere al passo estero in Pakistan quale segretario commerciale ad Islamabad per poi essere confermato Primo Segretario e prima di assumere la qualifica di Reggente in Argentina presso il Consolato Generale di La Plata. Dopo un quadrienno ritorna a Roma prima alla Direzione Generale del Personale, quindi a quella degli italiani all’estero e alle Politiche Migratorie. Nel 2005  fino al 2009 è Consigliere ad Ottawa per l’Emigrazione  e Affari Sociali  per rientrare in Europa a Parigi con l’incarico  di Primo Consigliere agli Affari Sociali.. Nel 2013 Rientra alla Farnesina alla Dir.Gen. Promozione  Sistema Paese e nel 2015 presta servizio quale Commisario Generale Vicario del Governo italiano  per l’Expo di Milano. Nel 2016 è nominato Console Generale a Zurigo.

La cerimonia delle credenziali al Principe Alberto è prevista in settembre.

Auguri dalla redazione del Royal Monaco a S.E. Giuio Alaimo, Ambasciatore d'Italia

Partager cet article

Repost0
23 juillet 2020 4 23 /07 /juillet /2020 19:25
AWANAGANA E NARDONI SPINETTA ULTIMI CAVALIERI DELLA STELLA D'ITALIA NOMINNATI DALL'AMBASCIATORE CRISTIANO GALLO
AWANAGANA E NARDONI SPINETTA ULTIMI CAVALIERI DELLA STELLA D'ITALIA NOMINNATI DALL'AMBASCIATORE CRISTIANO GALLO
AWANAGANA E NARDONI SPINETTA ULTIMI CAVALIERI DELLA STELLA D'ITALIA NOMINNATI DALL'AMBASCIATORE CRISTIANO GALLO

   « SOUS LE HAUT PATRONAGE DE SON ALTESSE SÉRÉNISSIME LA PRINCESSE CHARLÈNE DE MONACO »

 

https://ecp.yusercontent.com/mail?url=https%3A%2F%2Fgallery.mailchimp.com%2F7ce9fd7f94f86095a260efb42%2Fimages%2F089b3c36-bfef-4776-a95d-a84850572bf2.jpg&t=1594659026&ymreqid=9a74d0f5-83d2-d659-1c7f-2c000e011e00&sig=df3RdTTDR_zfPcuKA8q4AQ--~D

 

FEDERICA NARDONI SPINETTA
NOMMÉE
CHEVALIER DE L’ORDRE DE L’ÉTOILE D’ITALIE

 

https://ecp.yusercontent.com/mail?url=https%3A%2F%2Fmcusercontent.com%2F7ce9fd7f94f86095a260efb42%2Fimages%2F0ea33bfb-e39e-44a9-9542-82edf6ab0025.jpg&t=1594659026&ymreqid=9a74d0f5-83d2-d659-1c7f-2c000e011e00&sig=Rct5hIYx6O0AkdoIUixgUw--~D

 

Cristiano Gallo (Italian Ambassador in the Principality of Monaco )
Federica Nardoni Spinetta (President of the Chambre Monegasque De La Mode)

 

Principauté de Monaco, juillet 2020.  Federica Nardoni Spinetta, Présidente de la Chambre Monégasque de la Mode et Fondatrice de la Monte-Carlo Fashion Week, a reçu le Titre de Chevalier de l’Ordre de l’Étoile d’Italie avec une cérémonie officielle qui s’est tenue à l’Ambassade d’Italie de la Principauté de Monaco.

Une reconnaissance, reçue par l'Ambassadeur Cristiano Gallo au nom du Président de la République Italienne, qui, dans ses motivations, récompense ceux qui ont acquis des mérites particuliers dans la promotion de l'amitié et de la collaboration entre l'Italie et d'autres pays et dans la promotion des liens avec l’Italie. Et Federica Nardoni Spinetta, au cours de la dernière décennie, a activement contribué à favoriser les relations entre la Principauté de Monaco et l'Italie, atteignant des objectifs remarquables qui ont aujourd'hui une mention officielle.

Une motivation aussi rappelée dans les mots de l’Ambassadeur, qui a souligné comment Federica Nardoni Spinetta a contribué, avec le succès de la Monte-Carlo Fashion Week, à donner de la visibilité et des opportunités commerciales au segment de la mode italienne. Et le tout dans une perspective d'avenir qui a accompagné les jeunes talents en leur donnant la possibilité d'une scène internationale comme celle de la Principauté de Monaco.

Je suis profondément honorée et émue que le Président de la République Italienne, sous la proposition de l'Ambassadeur, m'ait décoré du titre de Chevalier de l'Ordre de l'Étoile d’Italie. C'est une reconnaissance du travail accompli jusqu’à ce jour et une incitation à continuer dans la même direction ", a commenté Federica Nardoni Spinetta en marge de la cérémonie de la remise de prix.

Partager cet article

Repost0
2 juin 2020 2 02 /06 /juin /2020 16:06
Renaissance et proximité pour la Fête de la République italienne  du 2 juin 2020

Renaissance et proximité pour la Fête de la République italienne 2020

 

 

Aujourd'hui, le 2 Juin, c’est la Fête de la République italienne, un moment précieux de rencontre
et de participation pour la grande communauté italienne présente sur la Côte d'Azur et dans la 
Principauté de Monaco. Les célébrations ne peuvent pas avoir lieu sous la forme habituelle en 
raison des précautions contre le Covid-19 : cependant le fort sentiment d'appartenance et le désir
 de partager la valeur profonde de cette journée émergent dans le message de S.E.Cristiano Gallo, 
Ambassadeur d'Italie à Monaco. "Cette année l'anniversaire", écrit l'Ambassadeur, "restera dans 
les mémoires comme un tournant entre une période douloureuse pour le monde et pour l'Italie en 
particulier, et le début de la renaissance": une nouvelle aube après un moment sombre,résilience
dont l'Italie a toujours fait preuvedans les passages les plus troublés de son histoire. On sait que 
les crises et les moments de transition peuvent favoriser des nouvelles opportunités, comme le 
renforcement des liens anciens  -   tels que ceux entre l'Italie et la Principauté de Monaco - qui
dans la terrible épreuve de la pandémie "ont encore cimenté une amitié qui se noue de loin et qui 
se projette désormais dans le futur avec encore plus de conscience et de conviction". L'urgence 
sanitaire a ouvert la voie à un nouveau concept de proximité où tout notre besoin d'interactions
est apparu, malgré la distanciation sociale : "une normalité à laquelle nous étions habitués mais 
que maintenant nous pouvons vraiment apprécier comme une richesse extraordinaire".
Parallèlement, la crise a entraîné des changements importants dans le modèle socio-économique: 
même à Monaco, poursuit l'Ambassadeur Gallo, "notre communauté devra savoir accompagner
ces évolutions, apportant sa contributiond'énergie et de talent à un Pays que nous tous ressentons
comme notre deuxième maison". Et où l'Italie est le premier partenaire commercial, avec échanges
en 2019 pour plus d'un milliard d'euros et un actif de plus de 600 millions d’euros. Ceci grâce à la 
qualité et à  l'ingéniosité   des Italiens  qui vivent et travaillent à Monaco, dans un scénario où le 
Gouvernement Princier n'a jamais manqué de garantir son soutien éclairé.Et aussi grâce au précieux 
travail de représentation réalisé par l'Ambassadeur Gallo, qui s'achemine vers la conclusion de sa 
mission intense et appréciée en Principauté."Cela fait quatre ans que les relations bilatérales, qui
ont toujours été excellentes, se sont enrichies et diversifiées, créant  un lien intense, profond et a
uthentique, qui a pu donner une image actualisée de l’Italie".Un résultat dû à la forte collaboration 
vec les autorités monégasques et avec les nombreuses représentations italiennes dans la région, qui
a donné lieu à des événements importants comme la "Semaine de la Langue et de la Culture italien
ne", la"Semaine de la Cuisine italienne dans le monde"et bien d’autres."La vraie force et la clé du 
succès italien en Principauté c’est trouve dans nos Ressortissants : dans leur engagement,leur par-
ticipation active et leur générosité solidaire", conclut S.E. l'Ambassadeur Gallo. Et  c’est précisé-
ment ça l’esprit du 2 Juin : celui de toute une communauté, fière de se retrouver-même  dans ce 
petit mais  merveilleux coin du monde - autour du drapeau tricolore de son Pays. L’Italie !

Partager cet article

Repost0
2 juin 2020 2 02 /06 /juin /2020 14:58
PRINCIPATO DI MONACO: FESTA NAZIONALE ITALIANA DEL 2 GIUGNO - INTERVENTO DELL'AMBASCIATORE CRISTIANO GALLO

Discorso Ambasciatore - 2 giugno 2020

 

 

La Festa della Repubblica italiana del 2020 verrà ricordata per essere la prima ad essere celebrata in esclusiva modalità virtuale, avvalendosi dei siti web istituzionali e dei canali social delle Ambasciate; ma la ricorrenza entrerà nella storia soprattutto per quanto avrà rappresentato: l’ideale spartiacque fra un periodo doloroso per il mondo intero e per l’Italia in particolare e l’inizio del tempo della rinascita, che cade alla vigilia della riapertura delle frontiere nazionali, attesa misura che ci restituisce ad una dimensione di normalità mai così invocata.

 

Sappiamo che il virus non è stato ancora sconfitto e che resta intatta la responsabilità di ciascuno affinché esso non trovi nuova linfa attraverso una recrudescenza dei contagi, ma da domani riprenderà, almeno in parte, la vita cui eravamo abituati e che solo adesso riusciamo ad apprezzare in tutta la sua straordinaria ricchezza.

 

L’Italia ed il Principato di Monaco, anche nella terribile prova dell’emergenza sanitaria, hanno mostrato la più stretta vicinanza ed uno spirito di forte solidarietà, cementando ulteriormente un legame di amicizia che viene da lontano e che adesso, a maggior ragione, si proietta nel futuro con ancora maggior consapevolezza e convinzione.

 

Entrambi i Paesi sono stati duramente colpiti dalla crisi che da sanitaria si è trasformata in economica, ma tanto la straordinaria resilienza delle nostre popolazioni, quanto la gestione avveduta con cui si é cercato di far fronte a questa sfida inedita e complessa, hanno consentito di limitare i danni prodotti dal Covid-19. Le nostre vite ne sono state stravolte e profonde sono state le tracce lasciate nel nostro modo di relazionarci con il prossimo, anche in una più ampia dimensione internazionale.

Durante la crisi abbiamo apprezzato l’importanza ed il valore di avere stretti rapporti di amicizia e collaborazione con molti Paesi, dando cosi’ senso ad un lavorio diplomatico che discretamente si sviluppa nel tempo e che proprio nei momenti difficili prova quanto esso possa divenire strategico, per tutelare gli interessi nazionali, le nostre collettività all’estero, le nostre imprese, i nostri lavoratori, che a Monaco sono una realtà consistente ed a cui il Governo del Principe, tengo a sottolinearlo, non ha mai voltato le spalle.

La nostra Ambasciata nel Principato ha lavorato senza soluzione di continuità in questi mesi difficili, secondo modalità mai sperimentate, comunque garantendo sempre a tutti ascolto ed effettuando interventi di varia natura ed a differenti livelli, per i quali ci avete manifestato riconoscenza. Era nostro dovere farlo ma ci siamo prodigati con impegno ed entusiasmo, avvertendo la responsabilità di guidare la grande famiglia italiana del Principato. 

Cari Connazionali, credo sia giusto riflettere su quanto abbiamo vissuto, o anche solo percepito, ciascuno dalla propria visuale, avendo piena consapevolezza che tutti assieme rappresentiamo una importante comunità in questa terra sempre accogliente e generosa verso di noi.

Il Principato ha dimostrato di poggiare su di un modello sociale ed economico solido ed efficace e dovrà anch’esso adattarsi ai necessari cambiamenti che la crisi ha prodotto. Alcuni processi sono stati avviati, o accelerati, altri si stanno delineando sempre più chiaramente.

La nostra comunità dovrà saper accompagnare questi sviluppi, portando il proprio contributo di energia e talento, come peraltro ha sempre fatto, essendo sinceramente interessata allo sviluppo ed al benessere di un Paese che tutti sentiamo come la nostra seconda casa.

S.E. l'Amb.Cristiano Gallo e consorte Dott.   Sabrina, con Dr. Ezio Greggio Pres. COMITES MONACO)

Anche in questo esercizio di prospettiva, l’Ambasciata d’Italia continuerà a svolgere un ruolo di capofila dell’intero Sistema Italia operante nel Principato. Nell’attuale fase post emergenziale, dovremo continuare ad essere attori protagonisti a Monaco, predisponendoci a cogliere le opportunità che tali periodi di transizione storicamente, sempre favoriscono.

Ma guardando al prossimo futuro, mi corre l’obbligo di informarvi di un “cambio della guardia” che fra breve interesserà l’Ambasciata d’Italia a Monaco, con il prossimo arrivo di un nuovo Capo missione.

 Il mio mandato si concluderà infatti fra qualche settimana, dopo 4 anni di intenso e gratificante servizio svolto con gioia, per voi, anzi, assieme a voi, qui nell’amato Principato.

E’ dunque per me tempo di bilanci, che desidero condividere con voi tutti, afferendo essi al ruolo ed all’immagine del nostro Paese qui a Monaco.

In coscienza, ritengo che quelli appena trascorsi siano stati anni in cui le relazioni bilaterali, da sempre eccellenti, si siano ulteriormente arricchite e diversificate, dando sostanza ad un legame certamente da qualificare come intenso, profondo, genuino.

L’Italia ha in particolare visto crescere, nello stesso periodo, in modo esponenziale, gli scambi commerciali con Monaco, che nel 2019 hanno toccato la cifra record di oltre un miliardo di euro, con un attivo della nostra bilancia commerciale per un valore di oltre 600 milioni di euro

 Ma l’Italia ed il Principato non sono popoli amici sulla base di calcoli di mera convenienza; al contrario intrattengono intense relazioni, politiche ed economico-commerciali, in virtù dei loro stretti vincoli di amicizia.

Solo partendo da questo assunto si riesce a cogliere appieno l’essenza del peculiare rapporto italo monegasco. Ed é per questa ragione che ritengo sia sempre vincente la scommessa di puntare su di esso, senza avere la pretesa di ritenere che ci si trovi davanti ad un rapporto maturo.

Con tale spirito, in questi anni ci siamo impegnati per rinnovarlo ed ampliarlo, sfruttando tutti gli strumenti a disposizione, a partire dalla nostra straordinaria Cultura e dalla Ricerca scientifica, settori dove nel tempo tanto è stato fatto, ma molto occorre ancora fare.

In questo senso, non abbiamo lesinato sforzi per affermare nel Principato una immagine aggiornata del nostro Paese, non legandola esclusivamente ai tradizionali settori di punta dell’enogastronomia, della moda, del design, dello yachting.

Assieme alle Associazioni degli imprenditori italiani a Monaco, al Comitato degli Italiani all’estero, a quello della Dante Alighieri, alla Delegazione dell’Accademia della Cucina italiana, abbiamo promosso numerosi eventi culturali e commerciali insieme, all’interno di format collaudati, come la Settimana della Lingua e Cultura e quello della Cucina italiana nel mondo, a favore e con il fondamentale sostegno, che non è mai mancato, della comunità italiana qui residente ed operante.

Siete voi infatti la vera forza e la chiave del successo italiano nel Principato. Attraverso il vostro impegno, la vostra partecipazione attiva, la vostra generosità solidale si disegna e si propone qui a Monaco il volto migliore del nostro Paese.

 Lo stesso che l’Ambasciata in questi anni si è impegnata a promuovere in massimo grado nel Principato e che, certamente, continuerà a fare in futuro, al di là di chi la guiderà pro-tempore.

 

 "Stringiamoci a Coorte", recita il nostro inno nazionale, questo il motto con il quale mi sento di concludere questo messaggio, l’ultimo a voi indirizzato dal sottoscritto.

 

Avrei voluto, assieme a mia moglie Sabrina, salutarvi tutti personalmente, ringraziandovi uno ad uno dell’affetto e della stima che avete sempre dimostrato nei nostri confronti.

E’ stato un privilegio ed un onore rappresentarvi nel Principato per quattro anni.

Abbiamo condiviso con voi un magnifico tratto di strada delle nostre vite e di esso serberemo sempre splendida memoria.

Per questo desideriamo, con autentica, profonda riconoscenza e non senza commozione, sinceramente augurare il meglio per voi ed i vostri cari!

Arrivederci a presto e ricordiamoci di tenere sempre alta la nostra gloriosa bandiera tricolore,

 

 W l’Italia, W il Principato di Monaco!

 

Partager cet article

Repost0
11 avril 2020 6 11 /04 /avril /2020 09:40
Movimento ITALIAvsCOVID-19: Raccolta e impiego fondi

Camici italiani, Abbiamo il piacere di condividere con voi, d’intesa con l’Ambasciata d’Italia ed in coordinamento con le associazioni italiane AIC, AIIM, DANTE, OdP-TRIF e OFP, alcune informazioni relative alla raccolta e all’impiego dei fondi da parte del nostro Movimento ITALIAvsCOVID-19.
 
Grazie alle vostre generose donazioni, alla data dell’8 aprile, abbiamo raccolto la somma di:
 65.000€
 
Sono stati effettuati bonifici bancari, per il totale dell’importo, a favore di: • Ospedale Niguarda di Milano, per l’importo di 20.000€ • Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, per l’importo di 10.000€ • Fondazione Ospedali Legnano Magenta, per l’importo di 5.000€ • ASL3 Villa Scassi di Genova, per l’importo di 10.000€ • AOU Maggiore di Novara, per l’importo di 10.000€ • Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri di Milano, per l’importo di 10.000€
La pandemia da COVID-19 continua tuttavia a preoccupare, per cui rimaniamo impegnati nella raccolta fondi, fino a quando sarà necessario fornire un contributo per aiutare gli ospedali italiani e il personale medico nella loro quotidiana opera a favore dei nostri connazionali.
Vi chiediamo quindi di continuare a sostenere il Movimento ITALIAvsCOVID-19, effettuando un bonifico attraverso la Banca Popolare di Sondrio, sede di Monaco:
• IBAN: MC58 1490 8000 0111 0113 2000 263 (conto Aiim - causale ITALIAvsCOVID-19) e BIC: POSOMCM1
Oppure inviando un assegno intestato a: • OFP (Oasis For Peace - Monaco) indirizzo: 11, Avenue de l'Hermitage 98000 Monaco. 
 
Per ogni chiarimento ed informazione potete visitare il nostro sito : www.oasisforpeacemonaco.org oppure contattarci al numero: 06 40 62 45 56
 
Grazie del vostro generoso e prezioso supporto!
 
 
Alessandro Dalmasso OSSIS FOR PEACE Président 11, avenue de l’Hermitage MC 9800 Monaco +377 92 16 71 97 +377 (0) 6 40624556 info@oasisforpeacemonaco.org www.oasisforpeacemonaco.org

Partager cet article

Repost0
9 avril 2020 4 09 /04 /avril /2020 15:02
MESSAGGIO DELL'AMBASCIATORE CRISTIANO GALLO

                                                                                                                                                               Monaco, 9 aprile 2020

 

Cari Connazionali,

                     

stiamo vivendo un momento storico molto difficile, tanto più impegnativo perché per noi tutti inedito, che richiede di sacrificare le nostre abitudini quotidiane, i consueti contatti con i nostri familiari, i nostri amici ed i colleghi di lavoro. Un distanziamento sociale che non ammette eccezioni, neppure in occasione di ricorrenze a noi molto care, come quella importante della ormai prossima Santa Pasqua.

 

Credo che non sia mai troppo tardi per prendere coscienza degli enormi rischi che ciascuno di noi corre a fronte di un’emergenza sanitaria che da oltre un mese ha stravolto le nostre vite e che non è affatto superata. Deve essere infatti chiaro a tutti che la minaccia rappresentata dalla diffusione del Covid-19 è purtroppo ancora molto alta, sia in Italia che a Monaco, come in particolare testimonia la curva dei contagi in crescita costante nel Principato. 

Mi appello dunque al senso di responsabilità di ciascun connazionale qui residente affinché non venga meno l’impegno individuale a rispettare le norme di confinamento e di coprifuoco in vigore a Monaco.

Il nostro amato Principato, come ben sapete, è una Città–Stato dal territorio molto limitato ma densamente popolato, tanto che il nostro impegno a restare in casa e ad evitare tutti gli spostamenti ed i contatti non necessari, appare qui più che mai indispensabile.

 Troviamo pertanto il coraggio di avere paura, restando a casa, per tutelare noi stessi e gli altri!

Ciascuno di noi è chiamato a dare il proprio contributo, dando prova di senso civico, solidarietà umana e coesione, nel rispetto delle regole e delle restrizioni imposte, al fine di contribuire a contenere il contagio e ridurre l’esposizione di chi è più vulnerabile, come i nostri cari anziani. 

Fare la nostra parte rappresenta la manifestazione più concreta della riconoscenza che dobbiamo loro, patrimonio di memoria affettuosa delle nostre esistenze, e nei confronti di quanti - personale sanitario, forze dell’ordine, farmacisti, commercianti ed operatori delle attività abilitate all’apertura - con coraggio e dedizione, sono in prima linea per la nostra sicurezza, il nostro benessere, il nostro sostentamento.

 

Ricordo che l’Ambasciata d’Italia è sempre aperta, seppure a ranghi ridotti, nel rispetto delle misure sanitarie d’emergenza e garantisce, previo appuntamento, i servizi consolari essenziali. Vi invito a consultare il nostro sito ed i nostri social, che vengono costantemente aggiornati con informazioni sulle misure adottate, sia a Monaco che in Italia, per combattere la diffusione del virus e limitarne le inevitabili ricadute sociali ed economiche.  

 

Poiché stiamo ricevendo in queste ore diverse domande da parte di connazionali residenti che si chiedono se e quando potranno fare rientro in Italia per ricongiungersi ai propri cari, mi corre l’obbligo di fare presente che, al momento, l’ingresso nel nostro paese è consentito solo per motivi di lavoro, salute o di assoluta urgenza, da provare in modo circostanziato attraverso le autocertificazioni che i diretti interessati dovranno presentare alle autorità di frontiera ed ai successivi numerosi controlli effettuati dalle forze dell’ordine sul territorio nazionale. Avverto che le verifiche in Italia sono divenute più stringenti, prevedendo efficaci controlli incrociati e comportando, laddove si riscontri la falsità o l’incongruenza di quanto dichiarato, sanzioni amministrative pecuniarie, di recente inasprite, nonché, in talune circostanze, denunce penali. Senza dimenticare che tutti gli spostamenti verso ed all’interno del territorio italiano vanno effettuati osservando le misure anti-contagio decise dal nostro Governo, tra cui l’obbligo di quarantena, previa puntuale segnalazione alle competenti autorità sanitarie, se si entra in Italia dall’estero.

 

Rinnovo pertanto l’invito a compiere scelte coscienziose, non sottovalutando il rischio, per sé stessi e per gli altri, connesso agli spostamenti non dettati da motivazioni di assoluta, estrema necessità.

Siamo tutti, soprattutto in questo periodo, chiamati a riporre fiducia nell’azione istituzionale ed a restare coesi nel rispetto di decisioni che afferiscono la salute pubblica; solo attraverso la disciplina e la perseveranza il nostro impegno non sarà stato vano e ci consentirà di transitare al più presto verso la fine dello stato d’emergenza sanitaria.

 

Colgo l’occasione per informarvi che S.A.S. il Principe Alberto II, rispondendo ad un mio messaggio di felicitazioni per l’avvenuta guarigione, ha rivolto alla comunità italiana residente nel Principato di Monaco fervidi auguri di buona salute, esprimendo vicinanza e solidarietà alla popolazione ed alle Istituzioni italiane, confrontate con una fase storica cosi’ delicata e complessa.

 

Concludo questo messaggio rivolgendo a tutti l’augurio più sincero di trascorrere una, per quanto possibile al momento,   serena Santa Pasqua, nella certezza che sia il nostro Paese che il Principato di Monaco sapranno superare questa difficile congiuntura, consentendo presto a noi tutti di tornare ad abbracciarci. 

 

Cristiano Gallo

Ambasciatore d’Italia

nel Principato di Monaco

Partager cet article

Repost0
22 mars 2020 7 22 /03 /mars /2020 14:43
ILTRICOLORE ITALIANO SUL MUSEO OCEANOGRAFICO DI MONACO

Il Principato di Monaco ha mostrato la propria solidarietà al'Italia colorando con il tricolore il Museo Oceanografico.

Partager cet article

Repost0
27 février 2020 4 27 /02 /février /2020 18:31
CORONA VIRUS: LE ZONE ROSSE IN ITALIA OCCUPANO LO 0.05% DEL TERRITORIO NAZIONALE!

L'Ambasciata d'Italia ci informa che la grafica posta in evidenza mostra che le "zone rosse" situate nell'Italia del Nord  occupano solo una piccolissima parte (lo 0,05) per cento del territorio italiano!

Partager cet article

Repost0
14 février 2020 5 14 /02 /février /2020 19:02
S.E. AMBASCIATORE CRISTIANO GALLO

S.E. AMBASCIATORE CRISTIANO GALLO

Essere  Leonardo da Vinci, un’intervista impossibile -  E’ un film del 2019 tratto da uno spettacolo teatrale, scritto e diretto da Massimiliano Finazzer Flory e realizzato in collaborazione con Rai Cinema e con il patrocinio del Comitato Nazionale per le celebrazioni dei 500 anni della morte di Leonardo da Vinci.

L’Ambasciatore d’Italia nel Principato di Monaco, SE Cristiano Gallo, aveva già presentato e patrocinato  in « primis », ad inizio 2019 delle manifestazioni leonardesche, una acconcia  conferenza tenutasi, al cine/teatro della confinante cittadina francese Beausoleil(F), dal Prof. Carlo Barbieri dell’Università Ambrosiana di Milano, uno dei più grandi studiosi leonardiani e, a distanza di circa un anno,  ne   riprende l’evento cinquecentennale proponendone una visione cinematografica al Teatro Princesse Grace di Monaco, su invito, e dove sono convenuti personalità ed autorità della comunità italiana e del Principato di Monaco.

La trama propone la storia di due giornalisti, di New York e Milano, ignari l'uno dell’altro, che per i 500 anni dalla scomparsa di Leonardo sono alla ricerca di uno scoop..Vedono opere e attraversano i luoghi del Genio tra paesaggi e scoperte. A Firenze per la prima volta durante uno spettacolo in costume tra frati, turisti e sbandieratori si trovano tracce della sua vita. Giungono nella sua ultima dimora a Clos Lucé e si imbattono nel vero Leonardo Da Vinci e cercano di intervistarlo. Leonardo concede l’intervista !

Foto sotto/Massimiliano Finazzer Flory

Le parole del Genio sono espresse  in lingua rinascimentale. Alla fine Leonardo fugge tra i sotterranei tornando a Vigevano e svelandosi ai personaggi più importanti della sua storia. Il merito del regista è stato il preparare lo spettatore alla visione della bellezza e suggestione delle immagini grazie ad una fotografia molto curata ed una  trama inconsueta : l’idea dell’intervista a Leonardo da Vinci.

Massimiliano Finazzer Flory ha a vuto l’intuito di portare sullo schermo una immagine del grande e poliedrico artista che ce lo fa vedere realmente  e fedelmente grazie alla selezione dei costume rinascimentali e alle sue massime, tutte in lingua dell’epoca.

 

 

 

 

Foto sotto:a sin.Claude Cellario-Yvette G.Cellario-S.E Henry Fissore

 

Foto(c) Luigi Mattera-Royal Monaco

Partager cet article

Repost0
4 février 2020 2 04 /02 /février /2020 14:43
AMBASCIATA D'ITALIA IN MONACO: RIEVOCAZIONE DELLA FIGURA DI ANTONIO ANIANTE

SE Cristiano GALLO  e il Maestro Elio Lentini

L'Ambasciata d'Italia del Principato di Monaco ha organizzato martedi 28 gennaio, presso l'Agorà, Casa Diocesana di Monaco, la rievocazione della figura di Antonio Aniante, scrittore, critico d'arte e drammaturgo. Nell'intervento di presentazione di Antonio Aniante (  pseudonimo di Antonio Rapisarda (Viagrande, 2 gennaio 1900 – Ventimiglia, 6 novembre 1983), scrittore, commediografo ed intellettuale eclettico, molto noto ed apprezzato nell’area ligure, franco monegasca, l’Ambasciatore d’Italia,S.E. Cristiano GALLO ha ricordato  il legame del polivalente artista con il territorio francese, che inizia quando si trasferisce a Parigi nel 1929 , per ragioni culturali ma anche politiche e  poi a Nizza, dove decise di restarvi anche dopo la II  Guerra mondiale, godendo della protezione dell’allora Console Generale d’Italia.

Dal 1946 stabilisce definitivamente la sua residenza a Latte,frazione di Ventimiglia, e collabora come addetto culturale con il Consolato Generale d’Italia a Nizza e successivamente con quello nel Principato di Monaco, dove le sue opere artistiche suscitarono l’interesse delle più alte personalità, a cominciare dalla Principessa Grace Kelly, che si reco’ presso il suo atelier a Latte, come testimoniato dalle cronache del tempo.

Aniante conobbe il Maestro Elio Lentini ( scultore, incisore e grafico ,) nel 1960 a Vence in Provenza e ne divenne estimatore ed amico : oggi il Maestro Lentini, incisore, scultore e grafico toscano, ligure d’adozione, è Presidente dell’Associazione Culturale Aniante-Lentini ed è stato il promotore dell’evento rievocativo della figura di Antonio Aniante presso la Casa Diocesiana svoltosi in Monaco  alla presenza di Raffaele DE BENEDICTIS, Console Generale d’Italia a Nizza –

di Gaetano SCULLINO, Sindaco di Ventimiglia – di Leonardo SAVIANO, storico del Principato di Monaco – di Pierluigi MEGASSINI, Dir. Accademia di Belle Arti di Sanremo – della Dott.sa Colomba TIRARI, Past President Unicef Imperia – Moderatore : Silvano BRIOZZO, Vice Presidente Assoc. Culturale Aniante-Lentini.

 

Partager cet article

Repost0
3 février 2020 1 03 /02 /février /2020 14:41
AMBASCIATA D'ITALIA: VOTO PER CORRISPONDENZA DEI CITTADINI ITALIANI RESIDENTI ALL’ESTERO

 L’Ufficio centrale per il referendum della Corte di Cassazione, con ordinanza depositata in data 23 gennaio 2020, ha dichiarato che la richiesta di referendum sul testo di legge costituzionale recante “modifica degli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari”, è conforme all’art. 138 Cost. ed ha accertato la legittimità del quesito referendario dalla stessa proposto.

Con Decreto del Presidente della Repubblica del 28 gennaio 2020, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 23 del 29 gennaio 2020, è stata fissata al 29 marzo 2020 la data del referendum confermativo popolare, che vedrà coinvolti anche i cittadini italiani residenti all’estero. Si ricorda che il VOTO è un DIRITTO tutelato dalla Costituzione Italiana e che, in base alla Legge 27 dicembre 2001, n.459, i cittadini italiani residenti all’estero, iscritti nelle liste elettorali, possono VOTARE PER POSTA.

A tal fine, si raccomanda quindi di controllare e regolarizzare la propria situazione anagrafica e di indirizzo presso il proprio consolato. È POSSIBILE, IN ALTERNATIVA, PER GLI ELETTORI RESIDENTI ALL’ESTERO ED ISCRITTI ALL’AIRE, SCEGLIERE DI VOTARE IN ITALIA PRESSO IL PROPRIO COMUNE DI ISCRIZIONE ELETTORALE, comunicando per iscritto la propria scelta (OPZIONE) al Consolato entro il 10° giorno successivo all’indizione delle votazioni. Gli elettori che scelgono di votare in Italia in occasione della prossima consultazione referendaria, riceveranno dai rispettivi Comuni italiani la cartolina-avviso per votare presso i seggi elettorali in Italia. La scelta (opzione) di votare in Italia vale solo per una consultazione referendaria. Si ribadisce che in ogni caso l’opzione DEVE PERVENIRE all’Ufficio consolare NON OLTRE I DIECI GIORNI SUCCESSIVI A QUELLO DELL’INDIZIONE DELLE VOTAZIONI, OVVERO ENTRO IL GIORNO 8 FEBBRAIO 2020. Tale comunicazione può essere scritta su carta semplice e, per essere valida, deve contenere nome, cognome, data, luogo di nascita, luogo di residenza e firma dell’elettore, accompagnata da copia di un documento di identità del dichiarante. Per tale comunicazione si può anche utilizzare l’apposito modulo scaricabile dal sito web del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (www.esteri.it) o da quello del proprio Ufficio consolare. Come prescritto dalla normativa vigente, sarà cura degli elettori verificare che la comunicazione di opzione spedita per posta sia stata ricevuta in tempo utile dal proprio Ufficio consolare. La scelta di votare in Italia può essere successivamente REVOCATA con una comunicazione scritta da inviare o consegnare all’Ufficio consolare con le stesse modalità ed entro gli stessi termini previsti per l’esercizio dell’opzione. Se si sceglie di rientrare in Italia per votare, la Legge NON prevede alcun tipo di rimborso per le spese di viaggio sostenute, ma solo agevolazioni tariffarie all’interno del territorio italiano. Solo gli elettori residenti in Paesi dove non vi sono le condizioni per votare per corrispondenza (Legge 459/2001, art. 20, comma 1-bis) hanno diritto al rimborso del 75 per cento del costo del biglietto di viaggio, in classe economica. L’UFFICIO CONSOLARE È A DISPOSIZIONE PER OGNI ULTERIORE CHIARIMENTO

Partager cet article

Repost0
1 décembre 2019 7 01 /12 /décembre /2019 15:40
SETTIMANA DELLA CUCINA ITALIANA NEL MONDO – PRINCIPATO DI MONACO
SETTIMANA DELLA CUCINA ITALIANA NEL MONDO – PRINCIPATO DI MONACO

 

In occasione della IV Settimana della cucina  italiana nel Mondo l’Ambasciata d’Italia ha organizzato, venerdi 27 novembre,per la comunità italiana del Principato di Monaco, un incontro educativo culinario svoltosi al Salone Bellevue del Café de Paris con la presentazione del libro dello  scrittore    Renato Bernardi, chef e ambasciatore della dieta mediterranea nel Mondo, il quale è stato  introdotto dall’Ambasciatore d’Italia  S.E. Cristiano Gallo che,   evidenziando le qualità gastronomiche, riconosciute  internazionalmente, della cucina italiana nel contesto della dieta Mediterranea, ha posto in evidenza anche le numerose case italiane presenti all’importante congresso “Chefs World Summit,  che si teneva dal 24 al 26 novembre nel Principato.

Renato Bernardi parla del suo libro « La Nutriscienza », scritto con il Prof. Antonello Senni, dopo aver studiato e maturato la propria espertienza a fianco di nutrezionisti e medici.

Lo chef  trasporta a tavola il binomio « gusto-salute » e anche  trattando casi di patologie, si addentra in particolari mai evidenziati come meritano nella storia gastronomica, quali la nutriscienza e la genomica, estrapolandone  finanche il valore dell’acqua in cucina in relazione al cibo per poi estendere la conoscenza di tali elementi nell’altro testo « L’altra Cucina – La salute a tavola ed il piacere di ricette facili della dieta mediterranea».

Renato Bernardi, prima di avviare il pubblico verso una brillante performance « nutrigenomica epigenetica » sui tavoli allestiti dal suo « staff » nella sala attigua, chiude il discorso affermando che :- « Cucinare è un gesto d’amore che si rinnova ogni volta per le persone a cui tieni »

 

©Luigi MATTERA – Foto © Tabita Espinoza Plejo

Partager cet article

Repost0
8 novembre 2019 5 08 /11 /novembre /2019 08:33
APPLAUSI IN SCENA APERTA ALL’AIAP UNESCO MONACO

Nell'ambito della settimana italiana della lingua e cultura italiana con il tema "Applausi in scena aperta" Tullia e Paolo Canciani hanno ricreato all'Espace d'Art dell'UNESCO AIAP, un'atmosfera teatrale dove 10 artisti ha illustrato un'opera, un balletto, un teatro italiano ...

L'inaugurazione è avvenuta alla presenza di SE il Sig. Cristiano Gallo, Ambasciatore d'Italia a Monaco e la Sig.ra Tirole Presidente dell'AIAP, Sig. Giordan Vice Presidente

 (Foto sotto: il Brindisi dalla "Traviata") LM

 

AIAP UNESCO MONACO:APPLAUSI IN SCENA APERTA 

Foto sotto S.E. Cristiano Gallo e Signora con Paolo Canciani (c) LM - R.M.

Dans le cadre de la semaine italienne de la Langue et de la Culture Italienne ayant pour thème "Applausi in scena aperta" Tullia et Paolo Canciani ont  recrée à l'Espace d'Art de l'AIAP UNESCO Monaco, une ambiance théâtrale où 10 artistes ont illustré  un opéra, un ballet, un théâtre italien…L e vernissage a eu lieu en présence de S.E. M. Cristiano Gallo , Ambassadeur d'Italie à Monaco et Madame, de Mme Tirole présidente de l'AIAP, de  M.  Giordan vice président

 

Par Marylaure Pastorelli

Partager cet article

Repost0
14 octobre 2019 1 14 /10 /octobre /2019 16:21
AIAP UNESCO MONACO: ART ET DESIGN POUR INTERIEURS DE YACHT

IN ALTO: AMBASCIATORE D'TALIA S.E.  CRISTIANO GALLO E DI FRANCIA S.E. LAURENT STEFANINI

Foto L.Mattera

 
“Art et Design pour intérieurs de Yachts: le nouveau luxe contemporain”, placé sous le patronage de S.E. Monsieur Cristiano Gallo, Ambassadeur d’Italie à Monaco.

Foto L.Mattera

15 artistes de l’AIAP UNESCO Monaco participaient à cet évènement, dans un décor crée par les designers Tullia et Paolo Canciani avec la participation de Zanaboni pour le mobilier et Ysagem pour les objets de décoration
 
Vernissage en présence de S.E. Monsieur Gallo et Madame, de Mme Boccone Pagès Vice Présidente du Conseil National, Mr Daniel Boéri, Conseiller National , président de la commission pour la Culture, Madame  Tirole Présidente de l’AIAP Monaco:

Foto L.Mattera

 
AIAP UNESCO MONACO: ARTE ET DESIGN PER INTERNI YACHT
 

L'artiste BONAVIA - Photo  Pierre Cointe

AIAP UNESCO MONACO: ARTE ET DESIGN PER INTERNI YACHT
 
“Art and Design for Yachts Interiors: The New Contemporary Luxury”, patrocinato da S.E. Dr. Cristiano Gallo, Ambasciatore d'Italia a Monaco
Photo Pierre Cointe
15 artisti AIAP UNESCO Monaco hanno preso parte a questo evento, in un decoro creato dai designer Tullia e Paolo Canciani con la partecipazione di Zanaboni per l'arredamento e Ysagem per la decorazione
 
Photo  Pierre Cointe
Il "vernissage " si è tenuto alla presenza di S.E. Gallo e Signora, e dalla Sig.ra Boccone Pagès, vicepresidente del Consiglio Nazionale di Monaco, Daniel Boéri, Consigliere Nazionale, Presidente della Commissione per la Cultura, dalla Sig.ra Marie-Aimée Tirole, presidente dell'AIAP Monaco

Foto L.Mattera

Foto L.Mattera

Giornalista RMC Maurizio Di Maggio e Ambasciatore Cristiano Gallo

Foto L.Mattera

Partager cet article

Repost0
21 août 2019 3 21 /08 /août /2019 14:39
MONACO/ ONORIFICENZE DELLO STATO ITALIANO CONSEGNATE A QUATTRO ALTE PERSONALITA’ MONEGASCHE

Foto(c) Ambasciata d'Italia

Il 18 luglio il Dr. Cristiano GALLO, Ambasciatore d’Italia nel Principato di Monaco, ha consegnato, su Sua proposta e a nome del Presidente della Repubblica Italiana, Dr. Sergio Mattarella, le prestigiose onorificenze  a 4 personalità monegasche durante una brillante cerimonia tenutasi nei saloni del celeberrimo  Yacht Club di Monaco e  in presenza di buona parte dei soci e invitati rappresentativi italiani.

 

*Grand’Ufficiale dell’Ordine della Stella d’Italia al Capo di Gabinetto di SAS il Principe Alberto II di Monaco, Georges Lisimachio.

 

*Grand’Ufficiale dell’Ordine della Stella d’Italia al Ministro/Consigliere delle Relazioni Esterne e della Cooperazione internazionale del Principato di Monaco, Gilles Tonelli.

 

*Commendatore dell’Ordine della Stella d’Italia al Ciambellano di SAS il Principe Alberto di Monaco, il Ten. Colonnello Laurent Soler

 

*Ufficiale dell’Ordine della Stella d’Italia a Remigio ( Remy ) Tornatore, per quarant’anni funzionario della Croce Rossa monegasca.

 

La redazione del Royal Monaco si felicita con i decorati.

 

Dr. Luigi Mattera-Cav.Stella d’Italia - Royal Monaco magazine

Partager cet article

Repost0
17 juin 2019 1 17 /06 /juin /2019 16:21
S.E. l'Ambassadeur Aliza Ben-Noun et le Ministre d'Etat S.E. Serge Telle

S.E. l'Ambassadeur Aliza Ben-Noun et le Ministre d'Etat S.E. Serge Telle

Par, Luigi Mattera (c) Royal Monaco

Yacht Club de Monaco : Soirée organisée pour le 71e anniversaire de la création de l’Etat d’Israel en présence de Aliza Bin-Noun, la première femme Ambassadeur d’Israël   en France  et à Monaco. 

L'Amb. Aliza Bin-Noun entre le juge Irene Daurelle et la Reine Fadila d'Egypte

Monsieur Philippe Benzimra, Consul honoraire d'Israël dans la Principauté de Monaco, a organisé par l’association « Amis Monaco Friends of Israel » il 5 giugno un Gala pour le 71e anniversaire de la création de l’Etat d’Israel en présence  de S.E. Aliza Bin-Noun, Ambassadeur d'Israël.

Entre musique  avec la belle voix du baryton Mickael Guedji et dégustations locales, Aliza Bin-Noun a été accueillie par Bernard d’Alessandri, directeur du Yacht Club, et par les autorités monégasques avec le ministre d’État S.E. Serge Telle, le Secrétaire d'État S.E. Jacques Boisson, le Ministre de l’Intérieur S.E. Patrice Cellario et une grande partie du corps consulaire de Monaco, dont l'Ambassadeur d'Italie S.E. Cristiano Gallo, la reine Fadila d'Egypte, le juge Mme Irene Daurelle et le député du conseil National Mme Béatrice Fresko Rolfo.

Le secrétaire d'Etat de Monaco S.E. Jacques Boisson et Mme

L'Ambassadeur d'Italie S.E. Cristiano Gallo et Mme avec le dépué du Conseil National Mme Béatrice Fresko-Rolfo

Les parents d'Aliza Bin-Noun ont fui les nazis en Hongrie. Ses grands-parents ont été déportés et assassinés à Auschwitz. Son père en est rescapé. Arrivée en Israël à l’âge de deux ans, Aliza Bin-Noun a grandi près de Nahariya dans le nord d'Israël. Elle a étudié de 1981 à 1986 à l'université hébraïque de Jérusalem où elle obtient une licence en relations internationales et études françaises en 1984, puis un master en études africaines en 1986. Elle a effectué son service militaire dans les bureaux de la Marine israélienne, à Tel-Aviv1.

 

Yacht Club de Monaco: Serata organizzata per il 71mo anniversario della creazione dello stato d’Israele in onore di S.E.  Aliza Bin-Noun, la prima donna ambasciatrice d'Israele in Francia e Monaco.

S.E. Philippe Benzimra, Console onorario di Israele nel Principato di Monaco, ha organizzato allo Yacht Club di Monaco, per l’associazione « Amis Monaco Friends of Israel » il 5 giugno, una serata di Gala in onore di S.E. Aliza Bin-Noun, Ambasciatrice di Israele. Tra musica, con liriche del baritono Mickael Guedj e degustazioni locali, Aliza Bin-Noun è stata accolta da Bernard d’Alessandri, direttore dello Yacht Club e dalle autorità monegasche con il Ministro di Stato S.E . Serge Telle, il Segretario di Stato S.E. Jacques Boisson, il Ministro degli Interni Patrice Cellario e una buona parte del corpo consolare di Monaco, tra cui l'Ambasciatore italiano S.E. Cristiano Gallo,  la regina Fadila d'Egitto, la giudice Irene Daurelle, e la depupata del Consiglio Nazionale Sig.ra Béatrice Fresko-Rolfo.

 

I genitori di Aliza Bin-Noun  fuggirono dai nazisti in Ungheria. I suoi nonni furono deportati e assassinati ad Auschwitz. Suo padre è un sopravvissuto. Giunta in Israele all'età di due anni Aliza Bin-Noun è cresciuta vicino a Nahariya  nel nord di Israele.

Ha studiato dal 1981 al 1986 presso l'Università Ebraica di Gerusalemme dove ha ottenuto una laurea in Relazioni internazionali e studi francesi nel 1984, poi un Master in Studi Africani nel 19863. Ha svoltoto il suo servizio militare negli uffici della Marina israeliana a Tel Aviv.

 

Partager cet article

Repost0

Présentation

  • : ROYAL MONACO RIVIERA ISSN 2057-5076
  •  ROYAL MONACO RIVIERA      ISSN 2057-5076
  • : Royal Monaco Riviera web magazine fondé par Luigi MATTERA est le PREMIER site online de Monaco en presse écrite . Royal Monaco Riviera, il primo sito online del Principato divenuto cartaceo.ARTE, CULTURA, SOCIETA' della Riviera Ligure e Costa Azzurra!
  • Contact

Recherche