Overblog
Suivre ce blog Administration + Créer mon blog
22 septembre 2012 6 22 /09 /septembre /2012 05:55

RoyalMonaco_testata_v013_DEF-copie-1.jpg

 

Art-Monaco_crownblog2.jpg

 

 

  IL PRIMO WEB MAGAZINE AL MONDO DI MONACO DIVENUTO CARTACEO.

       

IN PAGINA WEB AMBASCIATA D'ITALIA NEL PRINCIPATO DI MONACO   
  ►http://www.ambprincipatomonaco.esteri.it/Ambasciata_Monaco/  

 

 

 

IL CONSIGLIO COSTITUZIONALE "PROMUOVE" LA CORRIDA IN FRANCIA

Venerdì, 21 Settembre 2012

Ignorato l'appello della Bardot e degli animalisti

 IL CONSIGLIO COSTITUZIONALE
Organizzare corride in alcune regioni della Francia è conforme alla costituzione: questa l'attesa sentenza del Consiglio costituzionale, che ha respinto il ricorso di alcune associazioni di protezione animale. Queste ultime hanno parlato stamattina di 'dittatura della tauromachia'.
L'Alta Corte francese deciso in particolare che non è anticostituzionale prevedere "differenze di trattamento" fra le diverse regioni in cui le corride vengono organizzate e le altre. Gli anti-corrida volevano che le sanzioni inflitte per crudeltà contro gli animali si applicassero ovunque, senza deroghe.
La Corte costituzionale ha fondato il suo giudizio sulla 'tradizione locale ininterrotta', prevista dal codice penale per eccezioni alle sanzioni.
Per il 'Comitato radicalmente anticorrida' (Crac), "siamo in una dittatura della tauromachia e non più in democrazia".
E' stato dunque ignorato l'appello lanciato al Consiglio costituzionale da Brigitte Bardot, Alain Delon e Jean-Paul Belmondo per "l'abolizione della tortura degli animali".

Partager cet article

Repost0
20 septembre 2012 4 20 /09 /septembre /2012 14:51

 

RoyalMonaco_testata_v013_DEF-copie-1.jpg

 

Art-Monaco_crownblog2.jpg

 

 

  IL PRIMO WEB MAGAZINE AL MONDO DI MONACO DIVENUTO CARTACEO.

       

IN PAGINA WEB AMBASCIATA D'ITALIA NEL PRINCIPATO DI MONACO   
  ►http://www.ambprincipatomonaco.esteri.it/Ambasciata_Monaco/  

 


-  Newsletter n.6

in collaborazione con


GREEN HILL, LIBERI TUTTI





GREEN HILL, SI CHIUDE L'OPERAZIONE "LIBERI TUTTI": I BEAGLE SONO SALVI




Leggi la notizia




BARDOT, BELMONDO E DELON UNITI: "VIETARE LA CORRIDA IN FRANCIA"




Leggi la notizia





SOLERO (AL), LA MAIALINA VIETNAMITA SGRONFY AMMAZZATA A BADILATE




Leggi la notizia



TRA 5 ANNI UNA FABBRICA DI PELLE SINTETICA PER VESTITI E SCARPE




Leggi la notizia





STUDIO USA: "RECORD NEGATIVO PER IL GHIACCIO ARTICO. TEMPO SCADUTO"


 


Leggi la notizia




Partager cet article

Repost0
20 septembre 2012 4 20 /09 /septembre /2012 14:44

 

RoyalMonaco_testata_v013_DEF-copie-1.jpg

 

Art-Monaco_crownblog2.jpg

 

 

  IL PRIMO WEB MAGAZINE AL MONDO DI MONACO DIVENUTO CARTACEO.

       

IN PAGINA WEB AMBASCIATA D'ITALIA NEL PRINCIPATO DI MONACO   
  ►http://www.ambprincipatomonaco.esteri.it/Ambasciata_Monaco/  

  INTERNET: NASCE
SOCIAL NETWORK
CATTOLICO, MILLE
MEDIA ADERENTI
VIA ANCHE PRIMO
SERVIZIO RACCOLTA
PUBBLICITA’ PER
la REALTA’ della CHIESA

CITTA’ DEL VATICANO, 18 settembre 2012.  Nasce il primo social network cattolico, realtà di condivisione e dialogo a livello globale su questioni di fede, vita e società “per i cercatori della verità”. E’ così che si definisce Aleteia (aleteia.org), “verità” in greco, che verrà presentato nei prossimi giorni e che raccoglie le migliori produzioni di istituzioni e media cattolici del mondo. Ad Aleteia hanno già aderito finora, come membri, oltre mille tra siti web, radio e tv, istituzioni cattoliche e movimenti da tutto il mondo. “Si tratta di un’occasione formidabile per la Chiesa di ampliare il dialogo con cattolici, cristiani, credenti di tutte le religioni e anche non credenti, perché Aleteia offre risorse a tutti i ‘cercatori della verita””, spiega il presidente Jesus Colina, già animatore di varie iniziative cattoliche nel mondo dei media a livello internazionale. “Per questo motivo - aggiunge - Aleteia gode del patrocinio e dell’incoraggiamento dei Pontifici Consigli per le Comunicazioni sociali e per la Promozione della Nuova evangelizzazione”. Aleteia è anche la prima iniziativa lanciata dalla Fondazione per l’Evangelizzazione attraverso i Media (Fem). Inizierà la sua attività in sei lingue: italiano, arabo, inglese, francese, portoghese e spagnolo. Insieme alla presentazione di Aleteia, giovedì 20 settembre alle 11.30 nel Centro Russia Ecumenica a Roma, verrà annunciato anche il primo servizio mondiale di raccolta pubblicitaria online destinata alle realtà cattoliche, altra iniziativa promossa dalla Fem. (ANSA) -

Partager cet article

Repost0
20 septembre 2012 4 20 /09 /septembre /2012 06:14

ROYAL MONACO NEWS BOOK 20.09.12

 

 

Click on EXPAND to read

Partager cet article

Repost0
19 septembre 2012 3 19 /09 /septembre /2012 09:23

 

RoyalMonaco_testata_v013_DEF-copie-1.jpg

 

Art-Monaco_crownblog2.jpg

 

 

  IL PRIMO WEB MAGAZINE AL MONDO DI MONACO DIVENUTO CARTACEO.

       

IN PAGINA WEB AMBASCIATA D'ITALIA NEL PRINCIPATO DI MONACO   
  ►http://www.ambprincipatomonaco.esteri.it/Ambasciata_Monaco/  

 

CONDOMINIO, ALLA CAMERA LA RIFORMA CHE DICE Sì AGLI ANIMALI

Lunedì, 17 Settembre 2012

L'Enpa: "Divieto anacronistico"

CONDOMINIO, ALLA CAMERA LA RIFORMA CHE DICE Sì AGLI ANIMALI
Si è svolta oggi, nell'aula di Montecitorio, la discussione sulle linee generali della proposta di legge 4041-A "Modifiche alla disciplina del condominio negli edifici", già approvata dal Senato. L'Ente Nazionale Protezione Animali auspica una rapida approvazione dell'articolo 16, introdotto alla Camera, che prevede finalmente l'abolizione dell'anacronistico divieto di possedere o detenere animali da compagnia, quando previsto dal regolamento condominiale. "E' una questione di civiltà," spiega l'Enpa. "Gli animali sono ormai parte integrante della nostra vita e del nostro tessuto urbano ed è assurdo pensare di escluderli dalle nostre abitazioni, spesso a causa di pregiudizi assolutamente infondati. Tanto più, è bene ricordarlo, che cani, gatti e altri animali da compagnia svolgono una importantissima funzione sociale per moltissime persone sole che in loro hanno trovato una vera ragione di vita. Il Parlamento si faccia dunque portavoce di questo comune sentire e abolisca un divieto che non ha alcun motivo d'essere". Secondo il testo che sarà presto esaminato dall'aula, "Le norme del regolamento non possono porre limiti alle destinazioni d'uso delle unità di proprietà esclusiva né vietare di possedere o detenere animali da compagnia".

Partager cet article

Repost0
17 septembre 2012 1 17 /09 /septembre /2012 20:49

 

RoyalMonaco_testata_v013_DEF-copie-1.jpg

 

Art-Monaco_crownblog2.jpg

 

 

  IL PRIMO WEB MAGAZINE AL MONDO DI MONACO DIVENUTO CARTACEO.

       

IN PAGINA WEB AMBASCIATA D'ITALIA NEL PRINCIPATO DI MONACO   
  ►http://www.ambprincipatomonaco.esteri.it/Ambasciata_Monaco/  

 

Counseling Psico-Pedagogico LA SORGENTE: sul territorio finalmente un’oasi che disseta e aiuta ad aiutarsi

  Monica Borgogno Campioli.jpg

 

VENTIMIGLIA (IM). In una società come quella odierna, nella quale i ritmi e gli impegni sono sempre più numerosi e pesanti, ed il tempo e gli spazi personali, di conseguenza, sono sempre meno, c’è il Counseling Psico-Pedagogico LA SORGENTE.

Sul territorio, LA SORGENTE è un’oasi, un luogo dove, chi ne sente il bisogno, può sostare - proprio come un viaggiatore stanco del cammino - permettendosi uno spazio tutto per sé fatto di pace e serenità, per poter accogliere la propria vulnerabilità e  ritrovare la forza e la capacità di procedere nella vita quotidiana, anche nei momenti di difficoltà che inevitabilmente tutti talvolta incontriamo.

E’ così che a LA SORGENTE ci si sente letteralmente accolti dalla fondatrice Dottoressa Monica Borgogno (da oltre 15 anni attiva nel campo dell’auto-aiuto, della prevenzione, del sostegno alla coppia e alla genitorialità), dalla pedagogista Dottoressa Daniela Bruno (consulente familiare, insegnante, educatrice, animatrice e seminarista d’incontri su crescita personale, coppia e gruppi) e dal Dottor Alberto Ragno (attento alla sfera adolescenti/nuove tecnologie ed esperto di formazione individuale e di gruppo).

In loro la stessa spinta motivazionale che caratterizza anche la stessa scelta del nome “La Sorgente” che nasce infatti, non a caso, dalla filosofia che sta alla base del counseling: la certezza che dentro ad ognuno di noi esistono le risposte ad ogni difficoltà o situazione che ci si propone. Quindi il vero aiuto non viene tanto dall'esterno quanto dalla possibilità di fermarsi e guardare dentro per tornare alla nostra “sorgente” interiore, con il sostegno di persone che sono loro stesse in questo percorso.

“Anche quest’anno - spiega il team di professionisti – il ventaglio delle nostre attività è ampio e variegato e va dalle Costellazioni Familiari (29 settembre, 27 ottobre, 24 novembre 2012 dalle ore 14.00 alle ore 19.00) al momenti per imparare a elaborare il lutto (8, 15, 22, 29 novembre 2012 dalle ore 20.30 alle 22.30) al Corso Pratico di Autostima (3, 10, 17, 24, 31 ottobre 2012 dalle ore 21.00 alle ore 23.00) a quello della Stimolazione Cognitiva (il corso può essere prenotato, anche a domicilio, telefonando al numero 329.9603578) oppure per i team aziendali senza dimenticare l’importante collaborazione con “canale scuola” attraverso il progetto Aiutami a fare da solo”.   

A LA SORGENTE è possibile, inoltre trovare Sedute di Counseling Individuale, Laboratori di Narrazione, la Scuola Genitori così come leTecniche di meditazione, momenti di Fiabazione, quelli per la Relazione di Coppia e percorsi per fidanzati. Altrettanto importanti, infine, Seminari sull’Alimentazione e DCA, Laboratori per la Dislessia e incontri sul Massaggio infantile e quello Kobido oltre ad assistenza di Mediazione Familiare.

“Tutti momenti di relazione e di presenza autentica e intensa che possono essere davvero ristoratori e nutrienti in questa società del “mordi e fuggi”, dove troppo spesso tutto ci sfiora o ci scivola addosso senza lasciare traccia. Questo era il nostro sogno e questa sta diventando una realtà, prima di tutto per noi, qui  a LASORGENTE” e speriamo di poterla condividere con sempre più persone che hanno la stessa sete e lo stesso desiderio di dissetarsi”.

LA SORGENTE è un’associazione senza fini di lucro che “aiuta la persona ad aiutarsi”, a chiarire i propri bisogni, le proprie aspirazioni e ad attingere alla propria sorgente interiore per scoprire capacità e risorse personali.

Il Centro di Counseling Psico-Pedagogico “La Sorgente” è in Via Sottoconvento 48 18039 Ventimiglia IM, tel. +39.335.78.80.144,  info@counselinglasorgente.it     http://www.counselinglasorgente.it

AUTORE: SILVA BOS

Partager cet article

Repost0
17 septembre 2012 1 17 /09 /septembre /2012 14:54

 

RoyalMonaco_testata_v013_DEF-copie-1.jpg

 

Art-Monaco_crownblog2.jpg

 

 

  IL PRIMO WEB MAGAZINE AL MONDO DI MONACO DIVENUTO CARTACEO.

       

IN PAGINA WEB AMBASCIATA D'ITALIA NEL PRINCIPATO DI MONACO   
  ►http://www.ambprincipatomonaco.esteri.it/Ambasciata_Monaco/  

   

 

3èmemarchE en faveur de la lutte contre la maladie d’Alzheimer

Et

EXPOSITION INEDITE DE PHOTOGRAPHIES

 

 

Le 21 septembre 2012, Journée Mondiale Alzheimer, venez nombreux participer à la marche en faveur de la lutte contre la maladie d’Alzheimer organisée par l’Association monégasque pour la recherche sur la maladie d’Alzheimer (AMPA), présidée par Catherine Pastor et le Prof. Alain Pesce.

 

Pour sa 3ème édition, le départ sera donné devant le Ministère d’Etat (place de la visitation) à 12h30 en direction des Terrasses du Casino. Placée  sous le signe de la solidarité et de la convivialité, cette marche a pour objectif de sensibiliser et de mobiliser la population monégasque à cette grande cause. Ce sera également l’occasion de promouvoir la pratique d’une activité physique quotidienne, facteur possible de prévention de la maladie.

 

Ouverte à tous (enfants, jeunes, actifs et retraités) et d’une durée d’une heure, cette marche comptera cette année parmi ses participants des sportifs du comité olympique monégasque, des associations sportives de la Principauté et de nombreux bénévoles venus soutenir l’AMPA. Une collation sera offerte à tous les marcheurs, ainsi que des Tee Shirts aux couleurs de l’AMPA.

A l’issue de la marche, sera inaugurée dans les Jardins du Casino une exposition inédite de photographies réalisées par des personnes atteintes de maladie d’Alzheimer, en présence des malades, de leurs familles et des équipes du Centre Speranza-Albert II, de la résidence A Qietüdine et du Cap Fleuri.

 

Cette exposition, intitulée « EMPREINTES DE VIE » et programmée du 21 au 28 septembre 2012 dans les Jardins du Casino, sera une formidable occasion de valoriser les capacités créatrices et artistiques des personnes atteintes de maladie d’Alzheimer et leur redonner ainsi une place de choix dans la vie de la Cité.

 

Nos plus chaleureux remerciements à la Principauté de Monaco, à la Mairie de Monaco, à la Société des Bains de Mer, au Nike Store de Monaco et à Pavillon Traiteur pour leur précieux soutien.

 

Renseignements : info@ampa-monaco.com ou 06.68.89.10.07. www.ampa-monaco.com 

 


 

Partager cet article

Repost0
16 septembre 2012 7 16 /09 /septembre /2012 08:05

 

RoyalMonaco_testata_v013_DEF-copie-1.jpg

 

Art-Monaco_crownblog2.jpg

 

 

  IL PRIMO WEB MAGAZINE AL MONDO DI MONACO DIVENUTO CARTACEO.

       

IN PAGINA WEB AMBASCIATA D'ITALIA NEL PRINCIPATO DI MONACO   
  ►http://www.ambprincipatomonaco.esteri.it/Ambasciata_Monaco/  

 

CLICCARE SU EXPAND - CLICK ON - CLIQUER

 

 

 

Partager cet article

Repost0
16 septembre 2012 7 16 /09 /septembre /2012 07:02

 

RoyalMonaco_testata_v013_DEF-copie-1.jpg

 

Art-Monaco_crownblog2.jpg

 

 

  IL PRIMO WEB MAGAZINE AL MONDO DI MONACO DIVENUTO CARTACEO.

       

IN PAGINA WEB AMBASCIATA D'ITALIA NEL PRINCIPATO DI MONACO   
  ►http://www.ambprincipatomonaco.esteri.it/Ambasciata_Monaco/  

 

ECCO PUBBLICO, GIORNALE
LOW COST.
TELESE LANCIA LA SFIDA
DA MARTEDI', LIBERI
E NON GIUSTIZIALISTI

di Michele Cassano - Ansa

 

 

 

 

Roma,  14 settembre 2012.  Non servono tante parole. Basta varcare la soglia della luminosa sede in affitto sul Lungotevere per capire dove sei finito. Pubblico, il nuovo quotidiano diretto da Luca Telese, da martedi' 18 settembre in edicola dopo un tour di presentazione che ha toccato 56 citta', e' dichiaratamente di sinistra, ma sul grande poster all'ingresso non ci sono ne' Mao, ne' Che Guevara. Trovano spazio Steve Jobs, Alda Merini, Beppino Englaro, il robottino ambientalista della Disney Wall-e, Margherita Hack, i Beatles e Franco Giacomoni, il cuoco della festa democratica di Bagnacavallo. Il pubblico di riferimento e' piu' o meno lo stesso di Liberazione, Manifesto, Unita', ma il Pantheon ideale sembra un altro.  ''Siamo un quotidiano 2.0'', spiega con orgoglio il direttore. Struttura societaria e piano industriale si ispirano a quelli del Fatto Quotidiano, che Telese ha lasciato nel giugno scorso in rottura ''con la linea giustizialista'' di Marco Travaglio. ''Non abbiamo palazzinari alle nostre spalle, siamo pubblici in tutto tranne che per i finanziamenti'', aggiunge il direttore. Il capitale sociale della srl e' di 600 mila euro: il 51% detenuto dallo stesso Telese, dall'amministratore unico Tommaso Tessarolo e da Maurizio Feverato, il 5% da Minerva Pictures e il resto dai giornalisti. Sono trenta in redazione e rappresentano la quasi totalita' del costo del lavoro (i grafici sono due).  Il modello e' quello di Giorgio Poidomani, ex ad del quotidiano diretto da Antonio Padellaro. ''E' un modello che abbassa i costi - spiega Telese -. L'impresa sta in piedi se si raggiunge una determinata asticella''. La quota per coprire i costi e' fissata a 10 mila copie a 1,50 euro l'una, con una raccolta pubblicitaria, affidata alla Poster (anche questa ex del Fatto), intorno ai 700 mila euro l'anno. La diffusione media e' annunciata in 30 mila copie, con una tiratura per il lancio di 100 mila. ''Abbiamo calcolato che circa 40 mila lettori si sono allontanati dai quotidiani di sinistra - aggiunge Telese -, a noi basta avvicinare quelli, senza togliere lettori a nessuno''. Telese non lo dice, ma e' immaginabile che rubare un po' di pubblico al suo vecchio giornale non gli dispiacerebbe. ''Non ci occuperemo solo di politica, seguiremo anche la giudiziaria - assicura -, ma non siamo giustizialisti''.  Ventiquattro pagine a colori, in edicola sette giorni su sette, 4 inserti settimanali. Il tutto affidato a una redazione con un'eta' media di 35 anni. Nessun vicedirettore: caporedattore centrale e' Fabio Luppino, proveniente dall'Unita', a capo degli esteri c'e' Stella Prudente e dello sport Giancarlo Padovan. Tra le firme Ritanna Armeni, Ascanio Celestini, Darwin Pastorin e Corrado Formigli. Proprio dopo la partecipazione alla penultima puntata di Piazzapulita, con il fuori onda di Giovanni Favia, Telese (che domani torna su La7 per In Onda con Nicola Porro, ospite Susanna Camusso) si e' attirato le critiche sulla composizione societaria del giornale (per la presenza di Lorenzo Mieli, figlio di Paolo, e Marco Berlinguer, figlio di Enrico) da parte del blog di Beppe Grillo, che alludeva al sostegno dei poteri forti. ''Sono accuse assurde - spiega il direttore -, al pari di quelle di chi ha sostenuto che siamo il giornale di Sel o della Fiom. La verita' e' che siamo liberi. E lo dimostreremo parlando degli ultimi, come dei primi. Raccontando quello che non va nel governo Monti e quello che non va nella sinistra, piu' di quanto facciano oggi i giornali di sinistra''. (ANSA).

 

 


Editoria/ Arriva in
edicola 'Pubblico',
il quotidiano
di Luca Telese

 

 

 

Roma, 14 settembre 2012"Una sinistra 2.0 ,che non si fa assistere ma che scommette". E' una delle formule con cui Luca Telese, già notista politico del Giornale e del Fatto Quotidiano oltre che volto de La7, ha presentato oggi a Roma - dopo un tour di 56 date in tutta Italia - Pubblico, il nuovo quotidiano che andrà in edicola a partire da martedì prossimo 18 settembre. "Vogliamo raccontare l'Italia del coraggio, l'Italia degli ultimi e dei primi. Scriveremo degli operai a cui chiudono la fabbrica e che ne sanno più dei sottosegretari che la fanno chiudere, degli imprenditori costretti al suicidio perché non gli danno 10mila euro di mutuo ma saremo anche una specie di centro studi della modernità, un casting delle intelligenze". Un giornale generazionale, in cui la media dell'età in redazione è 35 anni. A partire da "un handicap che è anche una fortuna: da noi non c'è il conflitto di interessi che è la zona nera di qualunque giornale perché quello è il giornale di Berlusconi, quell'altro ha il tale magistrato di riferimento, quell'altro deve rendere conto alla segreteria di partito, quell'altro ancora è il giornale di un palazzinaro o della Fiat..." ha fatto notare Telese. Smentite quindi le voci per cui il quotidiano sarebbe un'operazione di qualche soggetto politico o partito in vista delle prossime elezioni. "Hanno detto che siamo il giornale della Fiom, di Sel e persino di Montezemolo.. Sembra strano, ma invece siamo un giornale indipendente".  (TMNews)

Partager cet article

Repost0
16 septembre 2012 7 16 /09 /septembre /2012 06:53

 

RoyalMonaco_testata_v013_DEF-copie-1.jpg

 

Art-Monaco_crownblog2.jpg

 

 

  IL PRIMO WEB MAGAZINE AL MONDO DI MONACO DIVENUTO CARTACEO.

       

IN PAGINA WEB AMBASCIATA D'ITALIA NEL PRINCIPATO DI MONACO   
  ►http://www.ambprincipatomonaco.esteri.it/Ambasciata_Monaco/  

 

PREMIO INTERNAZIONALE
DI GIORNALISMO
“MARIA GRAZIA CUTULI”
SEZIONI DEDICATE
ALLE TESI DI LAUREA

Le domande di partecipazione entro il 30 settembre 2012.

data 14/9/2012. E’ bandito dalla Fondazione Maria Grazia Cutuli Onlus in collaborazione con il Comune di Santa Venerina e con le quattro Università siciliane il “Premio Internazionale di giornalismo Maria Grazia Cutuli”, edizione 2012, che prevede tre sezioni dedicate alle tesi di laurea.

 

La prima sezione indicata dal Regolamento per l’Edizione 2012 nell’art. 3 con la lettera d) è riservata alle tesi di dottorato discusse nell’ultimo biennio in Università dell’Unione Europea.

 

La seconda sezione indicata con lettera e) è riservata alle tesi di laurea specialistica (II° Livello) in materie giornalistiche tra i laureati nelle Università italiane nell’ultimo biennio.

 

La terza sezione indicata con la lettera f) è riservata alle tesi di laurea Triennale (I° Livello) in materie giornalistiche tra i laureati nelle Università italiane nell’ultimo biennio.

 

I Premi previsti (art. 4 del Regolamento per l’Edizione 2012) sono:

 

per la sezione d) € 2.000,00

 

per la sezione e) € 1.000,00

 

per la sezione f) € 1.000,00.

 

Oltre ai premi, sono previste segnalazioni di merito. In particolare per la sez.d) un massimo di 2 segnalazioni; per la sez.e) un massimo di 2 segnalazioni; per la sez.f) un massimo di 3 segnalazioni. Il Corriere della Sera offre la possibilità di effettuare uno stage nelle proprie redazioni agli autori delle tesi vincitrici e segnalate, nel rispetto delle normative vigenti.

 

Le sezioni d), e), f) del Premio promuovono studi e ricerche su tematiche dell’informazione relativi ai conflitti, ai fenomeni di marginalità e disagio, ai mutamenti geopolitici. Nella valutazione delle tesi sarà criterio preferenziale il loro riferimento ad argomenti trattati nella carriera giornalistica di Maria Grazia Cutuli.

 

E’ comunque richiesto che le tesi partecipanti al Premio si caratterizzino per originalità del tema, padronanza del metodo prescelto, conoscenza e approfondimento della letteratura rilevante, qualità della scrittura e della sistematica espositiva.

 

Al concorso per le sezioni e) ed f) sono ammessi tutti i laureati che hanno conseguito la laurea presso le Università italiane con la votazione di almeno 100 su 110 o equivalente, nell’ultimo biennio (dalla sessione straordinaria di Laurea Anno 2010 fino alla data di pubblicazione del presente bando).

 

I Premi, verranno assegnati a giudizio insindacabile da una Giuria composta da esponenti del mondo del giornalismo, del mondo accademico, del mondo della cultura. Della giuria, la cui composizione sarà decisa e comunicata entro il 1 ottobre 2012, faranno parte anche i Rettori delle quattro Università siciliane (o loro delegati) e un membro designato dalla famiglia Cutuli.

 


Partager cet article

Repost0
15 septembre 2012 6 15 /09 /septembre /2012 08:51

 

RoyalMonaco_testata_v013_DEF-copie-1.jpg

 

Art-Monaco_crownblog2.jpg

 

 

  IL PRIMO WEB MAGAZINE AL MONDO DI MONACO DIVENUTO CARTACEO.

       

IN PAGINA WEB AMBASCIATA D'ITALIA NEL PRINCIPATO DI MONACO   
  ►http://www.ambprincipatomonaco.esteri.it/Ambasciata_Monaco/  

  AUGUST BLOG RANK  77

Caso Claps: Tobias Jones
spiega il libro che ha
turbato Londra: Un “Sangue
sull’altare” all’italiana

di Gennaro Grimolizzi
www.eticanews.it

Tobias Jones è la firma di punta del The Guardian per quanto riguarda i commenti sull’Italia. Il giornalista inglese ha vissuto a Parma per molti anni e al Bel Paese ha dedicato diversi libri, tra questi “The dark heart of Italy” (“Il lato oscuro dell’Italia”). La sua ultima fatica editoriale è intitolata “Sangue sull’altare” (Il Saggiatore). Il libro, un successo Oltremanica, riguarda un tragico fatto di cronaca nera tra i più inquietanti che l’Italia abbia conosciuto: l’omicidio di Elisa Claps nella Chiesa della Trinità di Potenza. La giovane venne uccisa diciannove anni fa (proprio in questo periodo, il 12 settembre 1993), e il suo cadavere fu scoperto nel sottotetto della chiesa soltanto il 17 marzo 2010. L’autore dell’efferato crimine, come è emerso di recente nel processo celebrato a Salerno, è Danilo Restivo, condannato in Gran Bretagna anche per l’omicidio della vicina di casa, Heather Barnett. Ma su Restivo si addensano pure i sospetti dell’assassinio della studentessa sudcoreana Oki Shin.

 

 

 

Come mai hai deciso di scrivere un libro su Elisa Claps?

 

La storia di Elisa mi intrigava per tanti motivi. Prima di tutto perché sono sempre stato affascinato dalla Lucania, una regione remota, antica e, spesso, dimenticata. L’omicidio di Elisa ha rappresentato un mistero nel vero senso della parola. Poi, incredibilmente, il suo assassino è andato a vivere nella mia regione, nel sudovest del’Inghilterra. Ma soprattutto la storia della giovane di Potenza mi ha consentito di indagare, considerata la mia esperienza maturata in Italia, su una domanda che mi sono sempre posto: perché in tanti gialli italiani la verità resta sempre difficile da raggiungere? Perché di tanti crimini diventati simbolici non si scopre mai cosa è veramente successo?

 

 

 

Sei riuscito a dare una risposta ai tuoi interrogativi?

 

Nel caso di Elisa quello che emerge in maniera chiara è la straordinaria incompetenza investigativa. Il principale sospettato, Danilo Restivo, aveva i vestiti macchiati di sangue, ma non furono sequestrati. La chiesa in cui Elisa sparì non fu mai perquisita. Durante il processo a Winchester, per un altro omicidio collegato al caso Claps, è venuto fuori che a Potenza i poliziotti avevano fotografato alcune scene del delitto senza il flash e le immagini erano troppo scure. Si sono avute omissioni e sottovaluzioni.

 

 

 

Che idea ti sei fatto su Danilo Restivo?

 

Ho avuto modo di studiarlo attentamente durante il processo in Inghilterra. In un primo momento appariva come una persona goffa, con la sua voce melliflua. Il padre lo descrisse come un “ragazzo puro”. Nel corso delle udienze, però, è venuto fuori un altro Restivo. Il pubblico ministero è stato molto abile a far emergere il suo lato nascosto. Con sarcasmo e ironia l’accusa è riuscita a far conoscere un Restivo rabbioso, capace di inventare bugie assurde, supportato dalla sua fantasia. Ogni volta riusciva ad inventare sempre nuove scuse per scagionarsi dalle accuse rivoltegli. Insomma, un vero e proprio Dottor Jekyll e Mr. Hyde.

 

 

 

Per l’omicidio di Oki Shin è in carcere Omar Benguit…

 

Già. Il caso giudiziario di Benguit tiene ancora banco qui in Inghilterra. È davvero sconcertante il fatto che abbia dovuto subire tre processi. Benguit si è sempre dichiarato innocente e con l’apertura dell’appello potrebbero esserci novità. Qualora dovesse emergere la sua innocenza, i poliziotti del Dorset dovrebbero fare un bel bagno di umiltà, dato che hanno considerato dal primo minuto Benguit responsabile della morte di Oki Shin, senza avere davvero prove schiaccianti contro di lui.

 

 

 

Ritornando ad Elisa Claps, come hai trovato Potenza quando ti sei recato lì per approfondire la vicenda?

 

Ogni volta che ho raggiunto Potenza ho potuto apprezzare l’ospitalità e l’entusiasmo di molte persone. Tanti mi hanno ringraziato perché avrei portato alla ribalta internazionale il caso della morte di Elisa. Ho altresì constatato ostilità e conflitti di interessi. Alcuni episodi mi hanno lasciato perplesso e fatto riflettere molto. Per esempio il padre di Danilo Restivo aveva il numero del cellulare del magistrato Felicia Genovese, chiamata ad indagare proprio su Danilo. Il marito del magistrato Genovese era massone come il padre di Restivo. E ancora, penso al senatore a vita Emilio Colombo (già Presidente del Consiglio e, tra le altre cariche, ministro degli Esteri, nda), assiduo frequentatore della chiesa della Santissima Trinità. Il senatore Colombo non si è mai espresso in pubblico sulla scomparsa e sul ritrovamento del cadavere, a distanza di tanti anni, della povera Elisa. Il silenzio dei “potenti” è stato sconvolgente. Se un cadavere fosse stato trovato nella chiesa frequentata da Mario Monti o da Tony Blair, sono convinto che ci sarebbero state parole di condanna e solidarietà per i familiari colpiti da una tragedia del genere.

 

in http://www.eticanews.it/2012/09/un-sangue-sullaltare-allitaliana/

 

 

Partager cet article

Repost0
15 septembre 2012 6 15 /09 /septembre /2012 07:05

 

RoyalMonaco_testata_v013_DEF-copie-1.jpg

 

Art-Monaco_crownblog2.jpg

 

 

  IL PRIMO WEB MAGAZINE AL MONDO DI MONACO DIVENUTO CARTACEO.

       

IN PAGINA WEB AMBASCIATA D'ITALIA NEL PRINCIPATO DI MONACO   
  ►http://www.ambprincipatomonaco.esteri.it/Ambasciata_Monaco/  

  AUGUST BLOG RANK  77

Cari amici e St. mi Connazionali,

 

Finalmente, …dopo alcuni mesi di forzata inattività, il Comites di Nizza, dal corrente mese di Settembre riprende la propria funzionalità operativa, nella nuova sede di

72, bd. Gambetta, 06000 Nizza

(al pianterreno del Consolato Italiano)

Telefono: 04.92.15.15.20 Fax: 04.92.15.15.21 email: comites-nice@wanadoo.fr

 

Ci scusiamo con quanti in questi ultimi mesi (Aprile - Agosto) hanno cercato di contattarci per telefono o per mail senza ottenere riscontro, sicuramente non è stato per disattenzione o per mancanza di volontà nel rispondere, più semplicemente siamo stati impossibilitati per mancanza di una Sede e dei necessari strumenti operativi.

 

Cogliamo l’occasione per stigmatizzare, ancora una volta, e con determinata fermezza, la devastante politica messa in atto per gli Italiani all’estero,che nel più generale contesto della grave crisi economica del nostro Paese, ha colto l’occasione, per ridurre, se non eliminare del tutto, le stesse rappresentanze Istituzionali, riducendo semprepiù in quest’ultimi anni, il previsto e dovuto finanziamento annuale, fino alla chiusura totale di molte sedi Comites per ovvia indisponibilità economica-finanziaria di bilancio dell’Ente.

 

Un particolare ringraziamento va al nostro Console generale, dott. Luciano Barillaro che, pur  tra mille ed oggettive difficoltà gestionali, si è adoperato per accogliere il Comites all’interno dell’edificio Consolare.

 

 

            Con stima ed amicizia.

 

 

Dott. Enrico Musela
COMITES
5, Bd du Parc Impérial
06000 NICE
tel: 04.92.15.15.20
fax: 04.92.15.15.21
comites-nice@wanadoo.fr

Partager cet article

Repost0
14 septembre 2012 5 14 /09 /septembre /2012 16:14

 

RoyalMonaco_testata_v013_DEF-copie-1.jpg

 

Art-Monaco_crownblog2.jpg

 

 

  IL PRIMO WEB MAGAZINE AL MONDO DI MONACO DIVENUTO CARTACEO.

       

IN PAGINA WEB AMBASCIATA D'ITALIA NEL PRINCIPATO DI MONACO   
  ►http://www.ambprincipatomonaco.esteri.it/Ambasciata_Monaco/  

 

ROYAL MONACO NEWS BOOK 14/09/12

 

 

 

 

 

Partager cet article

Repost0
13 septembre 2012 4 13 /09 /septembre /2012 12:43

 

RoyalMonaco_testata_v013_DEF-copie-1.jpg

 

Art-Monaco_crownblog2.jpg

 

 

  IL PRIMO WEB MAGAZINE AL MONDO DI MONACO DIVENUTO CARTACEO.

       

IN PAGINA WEB AMBASCIATA D'ITALIA NEL PRINCIPATO DI MONACO   
  ►http://www.ambprincipatomonaco.esteri.it/Ambasciata_Monaco/  

  AUGUST BLOG RANK  77

EDITORIA: NASCE SITO
EUNEWS.IT, PRESENTATO
A STRASBURGO

 Strasburgo, 11 settembre 2012.  Informare i cittadini italiani di quanto avviene in Europa oltre la battaglia per la crisi dell’euro e far sapere ai cittadini europei quali sono le posizioni italiane sulle questioni europee. Con questo obiettivo é nato Eunews.it, un sito di informazione sull’Europa dedicato ad un pubblico generalista, diretto da Lorenzo Robustelli e presentato oggi a Strasburgo. “E’ una buona notizia, la nascita di una testata che coprirà un vuoto informativo che esiste in Europa” ha detto il vice presidente vicario dell’europarlamento Gianni Pittella, mentre per il vice presidente della Commissione Ue, Antonio Tajani, “è importante che l’informazione sull’Europa stia crescendo, ma non possiamo accontentarci che avvenga solo perché c’è la crisi, deve essere una fenomeno di lunga durata”. (ANSA)

Partager cet article

Repost0
12 septembre 2012 3 12 /09 /septembre /2012 07:27

 Royal-Monaco--black.jpg  

 

 

RoyalMonaco_testata_v013_DEF-copie-1.jpg

 

Art-Monaco_crownblog2.jpg

 

 

  IL PRIMO WEB MAGAZINE AL MONDO DI MONACO DIVENUTO CARTACEO.

       

IN PAGINA WEB AMBASCIATA D'ITALIA NEL PRINCIPATO DI MONACO   
  ►http://www.ambprincipatomonaco.esteri.it/Ambasciata_Monaco/  

  AUGUST BLOG RANK  77

DIBATTITO.
LA LIBERTA’
DI STAMPA
E’ PRECARIA.
La verità dei
giornalisti freelance

di Nicola Biondo
giornalista freelance

 

 

Dove vanno a finire i soldi che lo Stato dà ai giornali? Di sicuro non servono a pagare i giornalisti. Anzi. Perché in Italia tranne rare eccezioni fare il giornalista significa rassegnarsi ad una vita da precario.

 

Se c'è un microcosmo lavorativo che riassume tutti i difetti del sistema Italia è quello del giornalismo. E allora, dove finisce il finanziamento pubblico? Nei mega stipendi a direttori, capiredattori, amministratori delegati e a tutte quelle penne illustri (?) che si ergono a guide morali che da anni non portano un straccio di notizia, ma commentano, avvertono, monitano.

 

Vi hanno detto che la libertà di stampa è minacciata dalla mafia, da Berlusconi, dalle mille leggi bavaglio. Minchiate. La libertà di stampa è minacciata dalla miseria in cui vivono e lavorano migliaia di giornalisti sfruttati: dagli editori, dai direttori e, infine, dai loro stessi colleghi assunti con contratto a tempo indeterminato che quando scioperano, protestano, denunciano è solo per i loro privilegi di giornalisti professionisti e assunti mentre gli altri muoiono di fame. Facciamo un esempio. Un articolo di cronaca, secondo una ricerca compiuta dall'Ordine dei giornalisti pubblicata nel 2011, viene pagato anche 5 euro lordi a 60-90 giorni dalla pubblicazione. Sono i numeri della vergogna, la cifra, vera, della censura. Ecco cosa dicono: La Repubblica a fronte di 16.186.244,00* euro di contributi dello Stato all'editoria elargisce un compenso che varia tra i 30 e i 50 euro lordi a pezzo. Il Messaggero, che riceve 1.449.995,00** euro di contributi pubblici, riconosce 9 euro di compenso per le brevi, 18 euro le notizie medie e 27 euro le aperture. Lordi, ovviamente. Il Sole 24 Ore: 19.222.767,00** euro di contributi pubblici e 0,90 euro a riga, con cessione dei diritti d'autore. Libero: 5.451.451** di finanziamenti pubblici e 18 euro lordi per un'apertura. Il Nuovo Corriere di Firenze (chiuso nel maggio 2012) riceve 2.530.638,81*** euro di contributi pubblici e paga a forfait tra i 50 e i 100 euro al mese, il Giornale di Sicilia a fronte di un finanziamento di quasi 500 mila euro (anno 2006) paga 3,10 euro. Provate a immaginare quanti articoli servono per arrivare ad uno stipendio decente. Provate ad immaginare quale sarà la pensione di chi scrive con un simile onorario (?). Perché questi giornalisti, se iscritti all'ordine- sennò sono abusivi ed è un reato penale - i contributi devono versarli da sé, nella misura del 10 per cento del compenso netto più un due per cento di quello lordo. Che vanno a confluire nella "gestione separata" (mai nome fu più azzeccato) dell'ente pensionistico dei giornalisti, l'Inpgi. Una "serie B" della cassa principale che, invece, prevede pensioni, disoccupazione, case in affitto, mutui ipotecari, prestiti e assicurazione infortuni. Ma questa vale solo per quelli "bravi", quelli a cui viene applicato il contratto collettivo nazionale di lavoro giornalistico che, solo nel 2011, dopo 6 anni, è stato rinnovato. Insomma quelli assunti. Che ovviamente sono una piccola minoranza. Ma, attenzione, questo solo per quanto concerne la parte economica. Perché il contratto collettivo non disciplina solo il trattamento economico ma regola a tutti gli effetti i rapporti fra datore di lavoro (editore) e lavoratore (giornalista). Fissa, insomma, diritti e doveri. Ma, ancora una volta, questo vale solo per chi il contratto ce l'ha e, quindi, tutti gli altri vivono nel far west, perché la loro posizione non è disciplinata da nulla. E si tratta della stragrande maggioranza dei giornalisti della carta stampata - da Repubblica fino al più piccolo foglio di provincia: precari, sottopagati, sfruttati, senza copertura legale, senza ferie, senza nulla. È questa moltitudine, oltre il 70% degli iscritti all'Ordine, che permette ai giornali cartacei e on-line, alle agenzie di stampa di produrre notizie 24 ore al giorno. Senza di loro le pagine bianche sarebbero molte di più di quelle scritte. La carta stampata riceve centinaia di milioni di euro di contributi dallo Stato ogni anno, ma lo Stato non chiede agli editori in cambio di garantire compensi minimi e tutele contrattuali ai collaboratori. Poi arriva la Fornero, ministro al Lavoro e di fronte alla più elementare delle proposte di legge sull'equo compenso ai giornalisti precari dice: "Non mi sembra opportuno". Della serie siete precari, non siete figli di papà (giornalista), e allora morite. E qualcuno c'è anche morto, stufo di subire. Come Pierpaolo Faggiano, collaboratore della Gazzetta del Mezzogiorno, che nel giugno 2011 si è tolto la vita: non sopportava più, a quarantuno anni, di vivere da precario.

 

Chiara Baldi, da giornalista precaria ha scritto una tesi sul precariato: "i giornalisti sono "i più precari tra i precari" – scrive Baldi - "perché lo stipendio da fame li costringe anche a rinunciare ai principi deontologici a cui invece dovrebbero attenersi. Una buona informazione è possibile solo quando chi la fornisce non deve sottostare al ricatto di uno stipendio misero. Più è basso il guadagno del giornalista e più sarà alta la sua "voglia" di produrre senza professionalità, non tanto per un desiderio malato di non essere professionale, quanto per una necessità: quella di guadagnare". Il potere, di qualsiasi colore, non ama i giornalisti e in Italia per disinnescare il problema è stato consentito che diventare giornalisti, essere assunti, sia un privilegio di pochi, così che la stampa diventi il cagnolino del regime e non il guardiano. Assumere il figlio del giornalista è come candidare il Trota, sangue vecchio sostituisce altro sangue vecchio. Altro che bavaglio. Provate voi ad essere liberi a 5 euro a pezzo (lordi).   

Partager cet article

Repost0
11 septembre 2012 2 11 /09 /septembre /2012 09:37

 Royal-Monaco--black.jpg  

 

 

RoyalMonaco_testata_v013_DEF-copie-1.jpg

 

Art-Monaco_crownblog2.jpg

 

 

  IL PRIMO WEB MAGAZINE AL MONDO DI MONACO DIVENUTO CARTACEO.

       

IN PAGINA WEB AMBASCIATA D'ITALIA NEL PRINCIPATO DI MONACO   
  ►http://www.ambprincipatomonaco.esteri.it/Ambasciata_Monaco/  

  AUGUST BLOG RANK  77

 

click-cliquer-clicca su expand

 

 


Partager cet article

Repost0
10 septembre 2012 1 10 /09 /septembre /2012 05:55

 Royal-Monaco--black.jpg  

 

 

RoyalMonaco_testata_v013_DEF-copie-1.jpg

 

Art-Monaco_crownblog2.jpg

 

 

  IL PRIMO WEB MAGAZINE AL MONDO DI MONACO DIVENUTO CARTACEO.

       

IN PAGINA WEB AMBASCIATA D'ITALIA NEL PRINCIPATO DI MONACO   
  ►http://www.ambprincipatomonaco.esteri.it/Ambasciata_Monaco/  

  AUGUST BLOG RANK  77


CAGLIARI. Annuncio
di un giornale web:
cerchiamo cronisti
che lavorino gratis, ma
diventeranno pubblicisti.
Potranno raccogliere
la pubblicità (e avranno
una buona provvigione).
Esposto all’Ordine

di www.cagliaripad.it

Cagliari, 5 settembre 2012. Giornalisti (non pagati) e agenti pubblicitari: esposto all'Ordine. E' la vicenda denunciata sul blog del giornalista Massimo Manca (http://realcaimani.blogspot.it/2012/09/aspiranti-giornalisti-cercasi-aggratis.html). Un annuncio di lavoro, dove un "quotidiano on line in pieno sviluppo" cerca giornalisti che, in fase iniziale, dovranno lavorare gratis e fare raccolta pubblicitaria.

 

L'annuncio si trova da ieri nel sito Kijiji (Ebay annunci). Ecco il testo: "Si ricercano aspiranti giornalisti da tutti i centri della Sardegna da inserire tra i collaboratori di un quotidiano on-line in pieno sviluppo e, in futuro, in un magazine d' informazione in fase di studio. Offriamo la possibilità di iscrizione all'Albo dei Giornalisti elenco Pubblicisti. Inizialmente non sono previste retribuzioni. Si richiede", prosegue, "uso corretto dell'italiano e buona capacità d'uso del pc. I collaboratori potrebbero occuparsi anche della raccolta pubblicitaria nel proprio centro con riconoscimento di una buona provvigione. L'età dei candidati deve essere compresa tra i 22 ed 50 anni". Si chiede poi curriculum e articolo di prova.

 

"Con richiamo", scrive Manca, "in particolar modo (ma non solo), alla Carta deontologica di Firenze (art. 1-2) sulla precarietà nel lavoro giornalistico approvata dal Consiglio nazionale l'8 novembre 2011, ci si domanda (tra l'altro): come è possibile offrire la possibilità di iscrizione all'Albo dei Giornalisti agli "aspiranti giornalisti" senza corrispondere una retribuzione? E come è possibile che gli aspiranti giornalisti, da iscriversi all'Albo, possano occuparsi "anche della raccolta pubblicitaria con riconoscimento di una buona provvigione"?"

 

E dopo l'esposto il giallo: l'annuncio sparisce da Kijiji.

 

in http://www.cagliaripad.it/it/news/settembre/05/manca/

 


Partager cet article

Repost0
6 septembre 2012 4 06 /09 /septembre /2012 20:26

 Royal-Monaco--black.jpg  

 

 

RoyalMonaco_testata_v013_DEF-copie-1.jpg

 

Art-Monaco_crownblog2.jpg

 

 

  IL PRIMO WEB MAGAZINE AL MONDO DI MONACO DIVENUTO CARTACEO.

       

IN PAGINA WEB AMBASCIATA D'ITALIA NEL PRINCIPATO DI MONACO   
  ►http://www.ambprincipatomonaco.esteri.it/Ambasciata_Monaco/  

  AUGUST BLOG RANK  77

 

ROYAL MONACO NEWS BOOK 06.09.12

 

CLIQUER SUR EXPAND - CLICCARE - CLICK ON

 

 

Partager cet article

Repost0
5 septembre 2012 3 05 /09 /septembre /2012 13:29

 

 Royal-Monaco--black.jpg  

 

 

RoyalMonaco_testata_v013_DEF-copie-1.jpg

 

Art-Monaco_crownblog2.jpg

 

 

  IL PRIMO WEB MAGAZINE AL MONDO DI MONACO DIVENUTO CARTACEO.

       

IN PAGINA WEB AMBASCIATA D'ITALIA NEL PRINCIPATO DI MONACO   
  ►http://www.ambprincipatomonaco.esteri.it/Ambasciata_Monaco/  

  AUGUST BLOG RANK  77

 

 

Padova, 5 Settembre 2012

FederPetroli Italia (Marsiglia): Vendola aiuta crisi. Forte ostruzionismo sull’economia petrolifera.

Marsiglia definisce un duro ostacolo la politica adottata dal Presidente della Regione Puglia Nichi Vendola in merito allo studio di possibili risorse petrolifere nella Regione.

“Viviamo in un paese che su più fronti viaggia in continua controtendenza su quello che è l’equilibrio di investimento a livello internazionale” – queste le parole del Presidente della FederPetroli Italia Michele Marsiglia – “Ci battiamo da anni per un’apertura di mentalità ed uno snellimento di burocrazia per l’ottenimento di permessi e concessioni in tema di politica energetica nazionale che, riesca a creare sempre meno dipendenza da paesi terzi ed invece, nonostante le aperture del Governo e del Ministro dello Sviluppo Economico Corrado Passera in queste ultime settimane, alcune forze politiche territoriali di zone interessate allo studio e sviluppo di risorse petrolifere continuano a creare ostacolo.

Il Governatore della Puglia Nichi Vendola dovrebbe anche conoscere l’indotto economico ed occupazionale creato da possibile sviluppi di siti volti alla ricerca di idrocarburi, e se c’è inquinamento, quanto e in che misura, prima di proclamare il NO ad operazioni di ricerca nel Mar Adriatico.

Il paradosso è che si parla tanto di prezzi del carburante, quotazioni internazionali del petrolio, svalutazione dell’euro, politiche di super sconti sugli impianti di carburante ma non si attribuisce valore ad un elemento che costituisce un ‘fondamentale’ della lievitazione dei prezzi al consumo della benzina: il segmento Upstream nella ricerca e produzione di idrocarburo (petrolio e gas), specialmente in Italia.”

Conclude Marsiglia “A questo punto, anche in vista delle prossime elezioni nel 2013 e dei Programmi che verranno presentati dai candidati, FederPetroli Italia inizierà un programma con le forze politiche che manifesteranno interesse, per la conoscenza sul territorio di cosa vuol dire studiare, esplorare e produrre petrolio nel territorio italiano, affrontando i temi della Sicurezza, Salute, Occupazione, Royalties, Investimenti e Sviluppo, ascoltando e rispondendo alle domande e perplessità dei cittadini delle aree geografiche interessate e mirando ad una politica di informazione chiara e trasparente”.

Fonte:http://www.federpetroliitalia.org/comunicati_stampa/151_federpetroli-italia-marsiglia-vendola-aiuta-crisi-forte-ostruzionismo-sulleconomia-petrolifera-.html

 
 
   

 

Partager cet article

Repost0
5 septembre 2012 3 05 /09 /septembre /2012 06:25

 Royal-Monaco--black.jpg  

 

 

RoyalMonaco_testata_v013_DEF-copie-1.jpg

 

Art-Monaco_crownblog2.jpg

 

 

  IL PRIMO WEB MAGAZINE AL MONDO DI MONACO DIVENUTO CARTACEO.

       

IN PAGINA WEB AMBASCIATA D'ITALIA NEL PRINCIPATO DI MONACO   
  ►http://www.ambprincipatomonaco.esteri.it/Ambasciata_Monaco/  

  AUGUST BLOG RANK  77

Nuova batteria al litio
in materiale ultrasottile
Dieci volte più veloce del
componente tradizionale

Roma, 3 settembre 2012. I ricercatori dello statunitense Istituto Politecnico Rensselaer sono riusciti a fabbricare un componente di batteria al litio utilizzando il materiale più sottile al mondo, la grafene. Come spiega il sito di “Science Daily”, l’anodo risultante è in grado di essere caricato e scaricato dieci volte più velocemente rispetto all’analogo componenete usato nelle batterie al litio normali, costituito da grafite. In tal modo si viene a correggere uno dei principali difetti delle pile ricaricabili utilizzate per una ampia gamma di prodotti che vanno dai cellulari alle automobili, ovvero la bassa velocità di carica e scarica della corrente. (TMNews)

Partager cet article

Repost0

Présentation

  • : ROYAL MONACO RIVIERA ISSN 2057-5076
  •  ROYAL MONACO RIVIERA      ISSN 2057-5076
  • : Royal Monaco Riviera web magazine fondé par Luigi MATTERA est le PREMIER site online de Monaco en presse écrite . Royal Monaco Riviera, il primo sito online del Principato divenuto cartaceo.ARTE, CULTURA, SOCIETA' della Riviera Ligure e Costa Azzurra!
  • Contact

Recherche