Overblog
Suivre ce blog Administration + Créer mon blog
6 mai 2015 3 06 /05 /mai /2015 13:41

~~Giovedì 7 maggio alle ore 21.15 torna, dopo il successo del concerto del novembre 2013, Mario Biondi con il nuovo Tour teatrale “Mario Biondi Live 2015”. Per la data dell’Ariston sono disponibili ancora numerosi posti in tutti i settori. Info biglietteria: tutti i giorni dalle ore 16.00 alle ore 21.30 tel. 0184 506060 Biglietteria on line: www.aristonsanremo.com www.ticketone.it prezzi di ingresso: poltronissima € 50,00 + € 5,00 poltrona € 45,00 + € 5,00 poltrona II° settore € 40,00 + € 5,00 prima fila galleria € 40,00 + € 4,00 galleria € 35,00 + € 4,00 galleria II° settore € 28,00 + € 4,00 **************************** MARIO BIONDI È online su http://vevo.ly/HW7Ioh il video di “Love is a temple” Il singolo che anticipa il nuovo album di inediti “BEYOND” in uscita il 5 maggio e disponibile in pre-order da domani Sempre il 5 maggio, al via il tour teatrale “MARIO BIONDI LIVE 2015” È online su http://vevo.ly/HW7Ioh il video di “LOVE IS A TEMPLE”, il singolo di MARIO BIONDI, già in rotazione radiofonica, che anticipa l’uscita del suo nuovo album di inediti “BEYOND” (Sony Music), prevista per il 5 maggio e in pre-order da domani, martedì 21 aprile, su iTunes, Amazon e i principali store. Il video, con la regia di Gaetano Morbioli, è girato nel Vittoriale Degli Italiani di Gardone Riviera, scenario unico che fu dimora di Gabriele D’Annunzio e che per la prima volta viene utilizzato come set per un video musicale. Si ringraziano la “Fondazione Il Vittoriale degli Italiani” e il “Festival del Vittoriale Tener-a-mente”. «Il tempio dell'amore, ha ospitato “L'amore è un tempio” – racconta Mario Biondi – Il Vittoriale Degli Italiani è una location suggestiva, in quelle stanze si respirano ancora passioni, arte e cultura. Sono contento di aver girato proprio in quei luoghi il video di "Love is a temple", un brano che mi accompagna da un po' di anni, ma come dico spesso, le canzoni sono come figli, ti dicono loro quando sono pronti a volare da soli, e ora lo è». L’artista dall’inconfondibile timbro caldo e profondo sempre dal 5 maggio, tornerà a calcare i palchi dei più prestigiosi teatri italiani con l’atteso tour “MARIO BIONDI LIVE 2015”, in cui presenterà i brani del nuovo album “Beyond” e i suoi più grandi successi in un viaggio tra sonorità soul e funky. Queste le date confermate del tour “Mario Biondi Live 2015” (prodotto e organizzato da F&P Group): Il 5 maggio a Torino (Auditorium del Lingotto) Il 7 maggio a Sanremo, IM (Teatro Ariston) L’8 maggio a Bergamo (Teatro Creberg) Il 10 maggio a Firenze (Teatro Verdi) Il 12 maggio a Milano (Teatro Degli Arcimboldi) Il 15 maggio a Mantova (Gran Teatro Palabam) Il 16 maggio a Cesena (Nuovo Teatro Carisport) Il 18 maggio a Bologna (Teatro Europauditorium) Il 20 maggio a Roma (Auditorium Parco Della Musica - Sala Santa Cecilia) Il 22 maggio a Bari (Teatro Team) Il 24 maggio a Palermo (Teatro Politeama) Il 25 maggio a Catania (Teatro Metropolitan) I biglietti sono acquistabili su www.ticketone.it e nei punti vendita e nelle prevendite abituali (per informazioni www.fepgroup.it). Dopo i concerti in Italia, l’ormai consolidato successo internazionale di Mario Biondi porterà l’artista in tour anche in Europa e in Asia. Queste le prime date confermate (Ponderosa Music and Art): il 27 maggio a Londra (Regno Unito), il 28 maggio a Vienna (Austria), il 30 maggio ad Amburgo (Germania), il 31 maggio a Zurigo (Svizzera), il 2 giugno ad Amsterdam (Olanda), il 6 giugno a Baku (Azerbaigian), l’8 giugno a Mosca (Russia), il 10 giugno a Bruxelles (Belgio) e l’11 giugno a Parigi (Francia). www.mariobiondi.com - www.youtube.com/user/mariobiondiofficial www.facebook.com/mariobiondiufficiale - twitter.com/mariobiondi

~~SCHEDA DISCO “BEYOND”

“Open up your eyes” Un brano romantico e sensuale; l’immagine di un uomo che sta viaggiando per tornare da Lei. Una melodia che ti sveglia dolcemente e, gradualmente, ti accompagna in un crescendo di ritmo che segue la voglia sempre più grande di arrivare da Lei.

“All of my life” Caratterizzato da un arrangiamento originale, una particolare versione di “funky tango”, il brano trae ispirazione dalla figlia Mia, che rappresenta il significato più alto della parola “amore”.

“Love is a temple” È il primo singolo che inaugura il nuovo album. Il titolo stesso è il manifesto del brano e un amico di Mario (A. “Satomi” Bertorelli) ci cuce sopra un testo, con la precisione di un sarto che crea un abito su misura. Una canzone che accompagna Biondi da un po’ di anni ma che non aveva mai preso forma. Come ama ripetere l’artista: «le canzoni sono come i figli, ti dicono loro quando sono pronti a volare da soli. E ora, questo brano, lo è».

“All I want is you” Brano dall’atmosfera soft, malinconica e dalla melodia avvolgente. È un invito a non perdere la persona amata perché rappresenta tutto ciò che si desidera. Il brano porta la prestigiosa firma di Dee Dee Bridgewater, che traduce in parole la paura di un addio.

“I chose you” Un brano molto “tirato”, dal sound incalzante e coinvolgente, che esprime forte determinazione e volontà. Il mood è molto chiaro: Quando scegli, scegli il meglio!

“You can’t stop this love between us” Fotografia di un amore vissuto nella magica cornice parigina, un appassionato dialogo tra un uomo e una donna. Al romanticismo del testo si accostano un ritmo inarrestabile e un sound dal sapore esplosivo.

“Blind” Un brano dal sound irresistibile e dai toni vintage, che vede il testo firmato dal cantante e produttore olandese Alain Clark.

“Come down” Scelto e individuato tra i tanti brani giunti per ascolto, ha immediatamente trasmesso una forte voglia di rinnovamento e cambiamento, tratto distintivo del progetto “Beyond”. “Heart of Stone” Il buon vecchio Sound Motown vestito dai Dap Kings, che regalano al brano un arrangiamento magistrale e coinvolgente.

“Fly Away” Un brano che esalta il timbro inconfondibile e magnetico di Biondi. L’atmosfera dolce e sensuale è completata e arricchita dalla scrittura di Jeff Cascaro che, come suggerisce il titolo, invita metaforicamente a volare via, abbandonandosi verso nuovi orizzonti.

“Another kind of love” Una melodia scritta tempo fa prende nuova vita grazie a un arrangiamento post '80s e alla sapiente scrittura di Bluey, leader degli Incognito e amico fraterno di Biondi.

“Over the world” Nata nel 2008, questa canzone ha pazientato nel cassetto di Biondi fino ad oggi, e ora, anche grazie al testo di Nick The Nightfly, parla e trova una nuova dimensione. Un brano di grande apertura, che regala ossigeno e movimento.

“Where does the money go” Caratterizzata da un originale sound raggae, il brano si pone - in chiave ironica - un quesito di grande attualità: dove vanno i soldi? Il denaro che manca, le spese che aumentano, la crisi economica, temi centrali nella società moderna qui proposti in una veste leggera e scherzosa, volta a sdrammatizzare quelli che rappresentano problemi reali della vita quotidiana.

Partager cet article

Repost0
5 mai 2015 2 05 /05 /mai /2015 18:24

~~Concerto domenicale, il 10 maggio alle ore 17 presso il Teatro del Casinò di Sanremo, per l’ Orchestra Sinfonica di Sanremo dal titolo “La Grande Lirica” organizzato in collaborazione con il Casinò di Sanremo SpA e con la partecipazione di tre giovani solisti, Chiara Mogini, Beatrice Mezzanotte, Biagio Pizzuti provenienti dal Concorso “Comunità Europea” per Giovani Cantanti Lirici del Teatro Lirico Sperimentale A. Belli di Spoleto. Il concerto sarà diretto dal M° Stefano Romani e prevede l’esecuzione di brani tratti da celebri opere di W. A. Mozart e G. Rossini. Prima del concerto, alle ore 16, presso il Biribissi del Casinò di Sanremo il pubblico potrà incontrare il Direttore ed i Solisti nel corso dell’ appuntamento “Un Caffè con l’Artista”, anch’esso organizzato grazie alla preziosa collaborazione del Casinò di Sanremo.

TEATRO CASINO DI SANREMO: CONCERTO DIRETTO DA STEFANO ROMANI

~~STEFANO ROMANI - Dopo aver conseguito il diploma di Oboe presso il Conservatorio “F. Venezze” di Rovigo, con il massimo dei voti e la lode nel 1986, ha seguito con successo diversi corsi per Oboe, Musica da Camera e di Direzione d’orchestra, studiando tra gli altri con i Maestri Descev e Pradella. Ha intrapreso l’attività di direttore d’orchestra nei primi anni ‘90 come Direttore Principale dell’Orchestra “I filarmonici” di Rovigo. Nel 2002 ha diretto il Concerto finale del Concorso Tito Gobbi di Bassano, nel 2006 le finali del concorso di Pianoforte “Pecar” di Gorizia con l’Orchestra Filarmonica del Friuli Venezia Giulia e nel 2008 la Finale del Concorso di Vittorio Veneto. Ha diretto nell’ambito delle stagioni liriche e di prosa del Teatro Sociale di Rovigo, in prima assoluta, il balletto Il Pranzo di Pedini con la regia di Stefanutti e Il Campiello di Wolf Ferrari con la regia di Trevisi nella stagione 2008. Nel circuito regionale e nazionale ha diretto: Nabucco, Rigoletto, La traviata, Il Trovatore, Ballo in Maschera, Il Barbiere di Siviglia, Don Giovanni, Tosca, Madama Butterfly, La Bohème e Carmen. Per la Lirica a Venezia ha diretto Tosca, Madama Butterfly e Carmen. Recentemente ha diretto produzioni de La Bohème a Novi Sad, al teatro Sociale di Rovigo e all’Opera Giocosa di Savona, il Coro del Gran Teatro la Fenice di Venezia in un recital lirico con l’orchestra Filarmonia Veneta, Il Trovatore al teatro Sociale di Rovigo e Lucia di Lammermoor per l’Opera Festival di Bassano. Tra gli impegni della stagione 2012/13 annovera: La Bohème al Teatro Donizetti di Bergamo, Un Ballo in Maschera nei teatri di Rovigo, Savona e Bergamo; la prima assoluta in forma scenica di Re David di Vitalini in Corea, concerti sinfonici con l’Orchestra Sinfonica di San Remo, La Traviata al Festival di Savonlinna. Nel 2014 ha diretto Il Campiello di Wolf-Ferrari a Rovigo e a Venezia nella stagione del Gran Teatro la Fenice di Venezia. Recentemente ha diretto Tosca nella stagione lirica dell’Opera Giocosa di Savona e al festival Xtones sul Lago Maggiore è sempre Tosca al Teatro Donizetti di Bergamo. Nel settembre prossimo è stato invitato a dirigere l’orchestra Filarmonica del Nord del Caucaso a Kislovodsk alla celebrazioni del novantesimo del famoso violinista compositore e direttore d’orchestra Rudolf Barshai dirigendo la decima sinfonia di Mahler nella versione Barshai. Nel novembre 2014 è stato poi a Haifa in Israele presso la filarmonica di Haifa per dirigere una produzione di Cavalleria e Pagliacci. Nel dicembre prossimo sarà poi al Beirut chants Festival per dirigere il concerto di chiusura la Filarmonica del Libano con la Petite Messe Solennelle di Rossini. Invitato recentemente a Kazan(Russia) al teatro di stato per Aida sarà nel prossimo Febbraio presente nel stessa stagione per dirigere il Rigoletto di Verdi.Nel 2015 sarà presente nei cartelloni dei teatri di Maribor (Slovenia) e Skopie (Macedonia) per I dialoghi delle Carmelitane di Poulenc e Aida di G. Verdi.Tra le cariche istituzionali ricordiamo quella di Segretario Artistico dal 2003 al 2008 presso l’orchestra Filarmonia Veneta e dal 2009 fino ad oggi quella di Direttore Artistico del Teatro Sociale di Rovigo. E’ inoltre docente di Ruolo di oboe presso il Conservatorio F. Venezze di Rovigo.

Partager cet article

Repost0
5 mai 2015 2 05 /05 /mai /2015 12:38
Successo dell'Orchestra Sinfonica” Klassika” di San Pietroburgo diretta dal  Maestro Alexandr Kantorov
Il Maestro Kantorov con il Sindaco di Sanremo Alberto Biancheri

Il Maestro Kantorov con il Sindaco di Sanremo Alberto Biancheri

Successo dell'Orchestra Sinfonica” Klassika” di San Pietroburgo diretta dal  Maestro Alexandr Kantorov

~~ Nella serata di domenica 3 maggio 2015 sul prestigioso palcoscenico del Teatro ARISTON di Sanremo un gradito ritorno, per la quinta volta, dell’Orchestra Sinfonica” Klassika” di San Pietroburgo diretta dal talentuoso Maestro Alexandr Kantorov , eccellente narratore delle trame operistiche musicate da Tchajkovkij, in occasione del Gala in omaggio al grande musicista. Il maestro Kantorov la sera prima aveva diretto l'orchestra al Grimaldi Forum di Monaco in occasione dell'Anno Russo. Il programma all'Ariston del concerto era diviso in due parti ed ha visto protagonisti della scena musicale due solisti d’eccezione, Michail Makarov e Svetlana Kiseleva del teatro Mariinskij di San Pietroburgo nei ruoli di Liza ed Hermann, la forza dell’opera “La dama di picche” ha totalmente coinvolto il numeroso pubblico , che ha elargito calorosissimi applausi. E’ stato molto apprezzato nella sua brillante interpretazione Aleksandr Kas’janov del Teatro Bolshoj di Mosca sempre accompagnato dall’impareggiabile Orchestra ” Klassika” di San Pietroburgo.

Successo dell'Orchestra Sinfonica” Klassika” di San Pietroburgo diretta dal  Maestro Alexandr Kantorov

~~ La seconda parte del Gala ha visto in scena dei fantastici balletti da” Lo Schiaccianoci” la Danza dei pastorelli, Pas de deux, Danza araba, Danza russa e da “ Il lago de cigni” la Danza ungherese, Danza napoletana ed infine la Danza spagnola , applauditissima dai presenti. Gli eccellenti ballerini, in splendidi costumi, appartenenti al ” Russian Ballet College” di Genova sono stati accompagnati dall’Orchestra ” Klassika” di San Pietroburgo. Un momento particolare è stato quando il Maestro Kantorov ha presentato una bambina prodigio, Anastasija Farrachova che come solista ha suonato una melodia e valzer scherzo per violino e orchestra accompagnata dalla “Klassica”. Grandi prestigiosi interpreti si sono alternati sul palco dell’Ariston durante la serata di Gala , tra i quali Ester Ustaeva e Aleksandr Morozov rispettivamente nell’Aria dell’opera ” Iolanta” e nell’Aria del re René. Un finale scoppiettante con ” Capriccio Italiano” seguito poi dall’Inno d ‘Italia , entrambe eseguiti magistralmente dall’eccellente Orchestra Klassika di San Pietroburgo diretta dal Maestro Kantorov ” amico di Sanremo”. Non poteva certo mancare una standing ovation del pubblico del Teatro Ariston , che da sempre offre spettacoli di grande qualità. Prima di dare inizio al Concerto il sindaco di Sanremo Alberto Biancheri ha rivolto il saluto della città al Maestro Kantorov , offrendo un mazzo di fiori in omaggio alla Gentile Consorte del Console Generale Russo a Genova Marat Pavlov, che ha espresso la sua gioia per essere al Teatro Ariston , ” Tempio della Musica” . Mariagrazia Bugnella

Successo dell'Orchestra Sinfonica” Klassika” di San Pietroburgo diretta dal  Maestro Alexandr Kantorov
Successo dell'Orchestra Sinfonica” Klassika” di San Pietroburgo diretta dal  Maestro Alexandr Kantorov
Successo dell'Orchestra Sinfonica” Klassika” di San Pietroburgo diretta dal  Maestro Alexandr Kantorov
Successo dell'Orchestra Sinfonica” Klassika” di San Pietroburgo diretta dal  Maestro Alexandr Kantorov
Successo dell'Orchestra Sinfonica” Klassika” di San Pietroburgo diretta dal  Maestro Alexandr Kantorov
Successo dell'Orchestra Sinfonica” Klassika” di San Pietroburgo diretta dal  Maestro Alexandr Kantorov
Successo dell'Orchestra Sinfonica” Klassika” di San Pietroburgo diretta dal  Maestro Alexandr Kantorov
Successo dell'Orchestra Sinfonica” Klassika” di San Pietroburgo diretta dal  Maestro Alexandr Kantorov
Successo dell'Orchestra Sinfonica” Klassika” di San Pietroburgo diretta dal  Maestro Alexandr Kantorov
Successo dell'Orchestra Sinfonica” Klassika” di San Pietroburgo diretta dal  Maestro Alexandr Kantorov

Partager cet article

Repost0
3 mai 2015 7 03 /05 /mai /2015 06:57
Monaco - Église Sainte-Dévote: Concert pour Soprano et orgue

~~ CONCERT pour SOPRANO et ORGUE SAMEDI 9 MAI 2015 - 20h « SALVE, MATER ! » Cantiques et compositions en l'honneur de la Vierge Marie L’association IN TEMPORE ORGANI de Monaco propose Samedi 9 Mai prochain à 20h, un concert dans le cadre du Festival International IN TEMPORE ORGANI donné par le Duo BARBARA MORIANI, soprano et SILVANO RODI, organiste titulaire de l’Église Sainte-Dévote de Monaco. En programme 5 siècles de compositions les plus célèbres dédié à la Vierge Marie: Canto Llano de la Virgen Maria en espagnol composé par Francesco Correa de Araujo au XVII siècle, l'Ave maris stella pour orgue de Girolamo Cavazzoni, la très connue Ave Maria de Caccini, le variations sur le chant sicilien «O Santissima» de B. Carr, l'Ave Maria de Cherubini, Schubert et Mascagni, le Salve Regina de Bellini et pour terminer ce beau programme la pièce «Salve, mater» composé par Robert Hazon de Sanremo. En raison du Grand Prix de voiture électriques le concert d’orgue prévu à l’église Sainte-Dévote le samedi 9 mai 2015 à 16h aura lieu à 20 heures L'entrée est libre, participation aux frais. Renseignements : +377 98 98 83 03

Partager cet article

Repost0
22 avril 2015 3 22 /04 /avril /2015 16:56
Teatro Ariston e l’Associazione “Ritorno all’Opera” presentano TOSCA il 24 aprile

~Dopo il grande successo riscontrato sul prestigioso palcoscenico sanremese con i tre appuntamenti eseguiti nella scorsa stagione quali Aida, Nabucco e Traviata, si consolida ancora una volta la collaborazione tra il Teatro Ariston e l’Associazione “Ritorno all’Opera”, che per onorare il novantesimo anniversario della morte di Giacomo Puccini, proporranno per il prossimo 24 Aprile l’opera più rappresentativa del grande genio lucchese: “TOSCA”. ! Si tratta di un’altra speciale occasione per la città di Sanremo, di poter ascoltare e rivivere i momenti della Grande Opera, con un bellissimo allestimento scenografico e la partecipazione di artisti di livello internazionale. ! TOSCA è un'opera in tre atti di Giacomo Puccini su libretto di Giuseppe Giacosa e Luigi Illica, tratto dall’omonimo dramma di Victorien Sardou. La trama si svolge a Roma, nell’atmosfera tesa che segue l’eco degli avvenimenti rivoluzionari in Francia e la caduta della prima Repubbica Romana. ! Ad interpretare l’impegnativa e difficile parte di Tosca sarà il Soprano svizzero Christine Schmid, collaudato Cavaradossi sarà il Tenore Lorenzo Decaro, e nelle perfide vesti del Barone Scarpia, il noto Baritono imperiese Ivan Marino. ! Il Cast sarà accompagnato dal Coro San Gregorio Magno - Trecate diretto dal Maestro Mauro Rolfi. ! A dirigere l’Orchestra Simon Boccanegra sarà la bacchetta del valente Maestro Lorenzo Tazzieri, presenza già largamente apprezzata dal pubblico Sanremese. ! L’allestimento scenografico sarà curato per la prima volta da MOUSIKÉ DRAMA WORKSHOP che raccoglie la preziosa eredità della celebre Bottega Veneziana, e che metterà in risalto il lavoro del giovanissimo ed eccezionale regista della Repubblica Ceca Tomáš Pilar, laureato presso l'Accademia Janacek e Direttore interno del Teatro Nazionale Brno. !!!!! LORENZO DECARO - TENORE ! Nato a Noicattaro (BA), inizia gli studi musicali (clarinetto e sassofono) presso la Scuola della Banda cittadina. Presso il Conservatorio “N. Piccinni” di Bari ottiene il diploma in sassofono sotto la guida del Maestro Claudio Ceschini e successivamente, presso lo stesso Conservatorio, il diploma in Canto, sotto la guida della Prof. Katia Angeloni. E’ stato finalista nel Concorso Internazionale di Canto “Città di Brescia 2006” (Presidente della Giuria il baritono Giorgio Zancanaro). La sua carriera inizia con l’interpretazione del ruolo di Cavaradossi nell’allestimento dell’Opera Tosca, andata in scena nel corso della stagione Lirica del Teatro Pergolesi di Jesi, del Teatro Comunale di Treviso e del Teatro Comunale di Pordenone. In seguito prende parte, con grande successo personale, al Gala Lirico presso il Teatro Filarmonico di Verona. Ha recentemente debuttato, con altrettanto successo di pubblico e critica, presso il Teatro Comunale di Modena e il Teatro Municipale di Piacenza, il ruolo di Des Grieux nella Manon Lescaut di G. Puccini. Sulla scia del successo ottenuto, il Teatro Carlo Felice di Genova lo scrittura per il ruolo di Cavaradossi in Tosca. E’un grande successo di pubblico che, specialmente alla seconda recita, lo costringe a bissare la celebre aria del terzo atto. Il Teatro di San Carlo lo invita, subito dopo, a cantare il medesimo ruolo di Cavaradossi nell’allestimento di Tosca presso il Teatro Grande di Pompei , evento speciale inserito in Campania Teatro Festival 2010. Negli ultimi due anni, diversi sono stati gli appuntamenti che hanno visto protagonista l'artista, specialmente il debutto al Teatro alla Scala di Milano. La naturale evoluzione vocale lo porta ad affrontare un repertorio di tenore lirico e lirico spinto.

Teatro Ariston e l’Associazione “Ritorno all’Opera” presentano TOSCA il 24 aprile

~~________________________________________________________________________

!! TOMÁŠ PILAŘ - OPERA DIRECTOR ! Laureato in Regia all'Accademia Janacek della Repubblica Ceca, ha studiato nelle classi di Tomas Studený, Alena Vanáková e Vaclav Málek nel 2013. Nel 2009 ha vinto il terzo premio al mondo del Concorso Leos Janacek. Nel 2009 è entrato nell’Ufficio di Presidenza del Premio Linbury". Nel 2011 è stato premiato alla Worldwide Richard Wagner Society. Dal 2010 è Direttore interno del Teatro Nazionale Brno. Collabora come secondo consigliere con il Teatro Nazionale di Praga e come Amministratore del Teatro dell'Opera di Liberec e il Teatro dell’Opera di Opava. ________________________________________________________________________

!! M° LORENZO TAZZIERI - DIRETTORE D’ORCHESTRA ! # !! Nato a Genova nel Novembre del 1985, il Maestro Lorenzo Tazzieri inizia lo studio del violino a soli sei anni. Trasportato dalla passione per la musica, decide di proseguire la sua formazione presso il Conservatorio Niccolò Paganini, dove studia prima violino e poi, sotto la guida del prof. G. Carlascio, pianoforte, suo strumento principale. Dal 2002 al 2006 segue i corsi di perfezionamento pianistico tenuti da Elena Nathanson, docente al Conservatorio Pytor Ilyich Tchaikovsky di Mosca, specializzandosi nel repertorio russo. Approfondisce inoltre lo studio della musica da camera con il Maestro Massimiliano Damerini, fra i più rappresentativi interpreti nel panorama internazionale per la musica contemporanea e da camera. Inizia gli studi di composizione e canto scoprendo così la sua vocazione per l’Opera. Nel 2003 decide di arricchire il suo percorso formativo dando avvio alla carriera artistica e fondando, all’età di18 anni, l’Associazione Culturale Belvedere nella quale ricopre il ruolo di Direttore Musicale. A partite dal 2005 l’Orchestra Sinfonica ed il Coro da lui fondati, iniziano a riscuotere successi nell’ambito di Stagioni e Festival nazionali ed internazionali; il repertorio spazia dalla musica barocca a quella contemporanea, concentrandosi in particolar modo sulla lirica. Sotto la sapiente guida del Maestro Roberto Tolomelli, inizia gli studi di Direzione d’Orchestra e dal 2007 assume l’incarico di suo assistente, collaborando nella realizzazione di numerosi concerti, opere e balletti, fra i quali: Nabucco al Teatro Wielki di Varsavia, Aida presso la Stagione estiva del Giardino di Boboli di Firenze, Norma al Teatro Campoamor di Oviedo, Bellisario al Teatro Donizetti di Bergamo, Cinderella al Teatro Massimo di Palermo, Raymonda al Teatro dell’Opera di Roma, Don Carlos al Teatro Wielki di Poznan, Madama Butterfly per la Stagione lirica estiva leccese e Cenerentola per la Stagione organizzata dall’Ente Luglio Musicale Trapanese. Presso il Teatro Giuseppe di Stefano di Trapani decide di seguire un corso di specializzazione per Maestri collaboratori di palcoscenico. Nel gennaio 2009 viene ammesso all’Accademia Musicale di Pescara per i “Corsi di Alto Perfezionamento in Direzione d’Orchestra” condotti dai Maestri Donato Renzetti e Gilberto Serembe con i quali approfondisce lo studio del repertorio sinfonico beethoveniano e romantico. E’ in Polonia che, nel marzo 2010, arriva il suo debutto operistico con il capolavoro di Jules Massenet Werther, eseguito al Teatro Wielki di Poznan. Poco dopo in Italia dirige l’Opera pucciniana Tosca al Teatro A. Belloni e chiude il “II° Festival – Giglio è lirica” con Rigoletto. Nello stesso periodo dirige l’Orchestra Sinfonica di Chiavari che ospita l’allora quindicenne enfant prodige, violinista ucraina, Masha Diatchenko. Grazie al successo di Tosca e, più tardi, di Rigoletto al Teatro A. Belloni, la Fondazione Mike Bongiorno dedica a lui un servizio speciale “Buon lavoro” di SKY UNO sui giovani talenti. Nel 2011, in occasione delle celebrazioni del 150° anniversario dell'Unità d'Italia, dietro assegnazione d’incarichi artistici da parte del Ministero della Cultura Italiano e degli Istituti Italiani di Cultura all’estero, il Maestro Tazzieri riscuote importanti consensi di pubblico e critica dirigendo filarmoniche di teatri nazionali ed internazionali. In Romania, cura l’allestimento ed esegue l’Opera Cavalleria Rusticana ottenendo quello che si dimostrerà essere un duraturo sposalizio artistico con la Filarmonica de Stat Arad; da quel momento sarà invitato regolarmente come Direttore Ospite. In Centro America, dirige Gala lirici e concerti sinfonici in Guatemala con l’Orquesta Municipal de Ciudad de Guatemala al Teatro Nacional Miguel Angel Asturias, in Nicaragua con la Camerata Bach al Teatro Nacional Ruben Dario di Managua. In Sud America, in occasione dei festeggiamenti per il 60° anniversario dell’Istituto Italiano di Cultura di Caracas, esegue concerti con l’Orquesta Sinfonica de Venezuela al Teatro Cachao e con l’Orchestra di Aragua nella sede di Casa Italia Maracay. A Lima dirige l’Orquesta e Coro Nacional de Perù eseguendo un Gala verdiano in occasione del bicentenario del compositore di Busseto al Museo de la Nacion. Nella capitale peruviana si concentra inoltre sulla formazione e preparazione di concerti con l’Orquesta Juvenil de Lima. Il 2012 è un anno di eccezionale fermento artistico, il Maestro debutta infatti a Genova il capolavoro belliniano Norma. Con Rigoletto, già eseguito nel Teatro Belloni, inaugura la prima stagione lirica del Teatro Melotti di Rovereto e, grazie allo straordinario successo, viene reinvitato in occasione del bicentenario verdiano per l’esecuzione di Attila. A conferma della qualità del lavoro svolto nei Teatri nazionali e internazionali viene chiamato nuovamente a dirigere in: Peru per l’apertura della Stagione lirica “Romanza” con la messa in scena di Don Giovanni presso il Teatro Municipal di Lima; in Italia al III° Festival “Giglio è Lirica” con Norma; in Romania, dirigendo la Filarmonica de Stat Arad per il terzo anno consecutivo, con l’Opera Pagliacci in occasione dell’inaugurazione del “Festivalul toamna mizicala aradeana”. Nel 2013, contemporaneamente allo svolgimento della sua attività professionale, fonda l’Associazione Movimento Allegro con Fuoco e avvia Operàpolis, un progetto di carattere musicale, formativo e sociale nel quale assume il ruolo di Direttore Artistico. In poco tempo crea i presupposti per la nascita di tre compagini giovanili, Orchestra, Coro e Compagnia Lirica Simon Boccanegra. Alla produzione concertistica affianca numerose attività formative incentrate sul rilancio della musica d’assieme negli istituti scolastici e crea un Polo Culturale dedicato alla formazione di orchestre e cori infantili. Il Progetto vanta la partecipazione di straordinari musicisti del calibro di Bruno Canino e raggiunge in pochi mesi risultati eccellenti come la realizzazione di una nuova produzione di Rigoletto presso il Teatro Gustavo Modena a Genova. Nel 2013 dirige numerosi spettacoli; si ricorda in particolare la collaborazione con il sitarista e tablista indiani Avaneendra Sheolikar e Sandesh Popatkar e l’incisione di “L’amor che move le alte stelle”, un CD con brani inediti di commistione fra la musica tradizionale indiana e la musica sinfonica occidentale. Nel marzo 2014, acclamato da pubblico e critica, debutta alla Toyota City Concert Hall in Giappone con La Traviata dove in Settembre viene nuovamente invitato per L’Elisir d’Amore. In Luglio a Bardonecchia (Torino) dirige la XXVI edizione del tradizionale concerto all’aperto “Concerto in Altura” , manifestazione che ha entusiasmato un pubblico di oltre 4000 persone. In Agosto dirige Trovatore per la Stagione Estiva “Ritorno all’Opera”. In Ottobre sale sul podio del Gran Teatro Nacional di Lima con Madama Butterfly riscuotendo grande successo di pubblica e critica. Fra i prossimi impegni nazionali e internazionali figurano: Tosca al Teatro Ariston di Sanremo, Madama Butterfly (riprese della produzione 2014) e Carmen al Gran Teatro Nacional di Lima (Peru), Il Barbiere di Siviglia in occasione della riaperura dello storico Teatro Comunale Riccardo Zandonai di Rovereto (Trento), Concerto Sinfonico (Rachmaninoff-Tchaikovsky) al Teatro Chiabrera di Savona.

Partager cet article

Repost0
22 avril 2015 3 22 /04 /avril /2015 07:20
O.P.M.  RENCONTRE AVEC SMADAR EISENBERG

~~ORCHESTRE PHILARMONIQUE DE MONTE-CARLO : RENCONTRE AVEC SMADAR EISENBERG Le Royal Monaco magazine, au début de son blog, avait déjà publié en 2011 dans la publication papier en accordant une attention particulière à deux événements artistiques de renommée mondiale tels que ceux, comme les musiciens de l'Orchestre Philharmonique de Monte-Carlo (OPM) et les danseurs des Ballets de Monte-Carlo. L'OPMC dans le milieu artistique musical monégasque est comme le persil dans la cuisine car il est partout : Auditorium Rainier III, l'Opéra Garnier, Grimaldi Forum, dans les églises (Cathédrale et Saint-Charles) et va également à l'étranger, de même que les Ballets, afin d'externaliser l'image et le "savoir artistique" de la Principauté à l'échelle internationale. Des Ballets, nous en discuterons dans un prochain numéro du Royal Monaco, mais nous voulons prêter intérêt dans l'édition actuelle pour montrer qui est derrière cette machine propagatrice de la musique et de la propagande communicative. Et qui, au niveau managérial, pourrait nous donner d’avantage d'informations pour une compréhension plus directe des mécanismes qui alimentent le moteur de l'Orchestre Philharmonique de Monte-Carlo ? Ce personnage est une image de l'élégance, de l'esprit et de la modestie, de telle sorte que seuls quelques-uns sont conscients de ce que ce personnage a apporté à la Principauté depuis trois décennies, soit la date à laquelle, en 2000, avec Mme Simone Pastor, épouse du disparu entrepreneur monégasque et philanthrope Victor, avait crée l'Association des Amis OPM: Smadar Eisenberg. "Sans la Musique Serait Une erreur la vie", citant Nietzsche est la devise que Eisenberg inventé pour l'Association. La rencontre a eu lieu dans le bel hôtel monégasque Le Méridien Beach Plaza, face à une mer Méditerranée magnifique qui ne pouvait pas, en parlant de musique, ne pas nous laissez dans un peu d'air ravelienne "La mer". Madame Eisenberg, une mère de deux jeunes enfants, Edmond (25) et Elodie (22), aussi fans de musique, tient beaucoup à son «bijou OPMC » et en parle avec passion en retraçant les caractéristiques structurelles, tel que le «Conseil d'Administration de lAOP où l'on trouve en plus de Madame Simone PASTOR précitée et Vice-président-fondateur, David FAMILIANT, vice-président - Pierre André CARPENTIER, vice-Président- Trésorier , Ellen CHIAVES MARCHESI, secrétaire général, Jean CASTELLINI, Conseiller Artistique et Anne Marie PORTABELLA, responsable en communications et le jeune Paolo VOLA, ambassadeur pour la jeunesse • L'association compte également 16 membres honoraires qui contribuent généreusement, avec 33 membres bienfaiteurs, aux activités de l’Association organisées en Principauté et aux concerts à l'étranger. • Il y a encore beaucoup de membres actifs, puis le Club de Juniors et les clubs Entreprises de la Principauté. La plupart du financement de l’Orchestre est prise en charge, par le Gouvernement Monegasque auquel se rajoutent 2 mécènes, la Compagnie Monégasque de Banque, et Les Amis de l’Orchestre En plus des réunions ,et des conférences et des voyages culturels organisés autour de déplacements de l’Orchestre l’Association organise de tournées de l’orchestre dans des villes de prestige participant ainsi au rayonnement culturelle de Monaco, Beaucoup de projets artistiques à avenir mais également analysé ceux précédemment faits; Pragues, Madrid, Vienne, Florence, Rome, Russie, Venise . L'Orchestre Philharmonique de Monte-Carlo se produira le 29 septembre à Bratislava et 30 septembre à Budapest 2015. Une note Italique sur le passage de fonctions concernant le conducteur, Maestro Gian Luigi Gelmetti qui passera le relais au japonais Kazuki Yamada dans le cours d’une année : Smadar Eisenberg parle autour de la symbiose qui concerne la performance entre les artistes et son directeur de sorte qu’ils devront rapidement être à l'unisson pour des résultats pertinents peut être avec un changement du répertoire qui sera sans doute présenté par le nouveau directeur artistique.

O.P.M.  RENCONTRE AVEC SMADAR EISENBERG

~~OCHESTRA FILARMONICA DI MONTE-CARLO : INCONTRO CON SMADAR EISENBERG Il Royal Monaco già dagli inizi del suo blog, riportato dal 2011 nella pubblicazione cartacea, ha prestato un’attenzione particolare a due eventi artistici di rinomanza mondiale quali quelli che vedono partecipi i professori dll’Orchestra Filarmonica di Monte-Carlo (OPM)ed i ballerini dei Ballets de Monte-Carlo. L’OPM nell’ambito artistico-musicale monegasco è come il prezzemolo : la si trova dappertutto, all’Auditorium Rnieri II, all’Opera Garnier, al Grimaldi Forum, nelle chiese (Cattedrale e St. Charles) e se ne va anche all’estero, come del resto anche il Balletto, per esternare l’immagine ed il « savoir fare artistico» del Principato a livello internazionale. Del balletto parleremo in un prossimo numero e Royal Monaco ma nell’attuale edizione ci vogliamo interessare di chi sta dietro a questa macchina propagatrice di musica e di propaganda comunicativa . E chi più dell’autorità direzionale potrebbe dare informazioni per una più diretta conoscenza dei meccanismi che alimentano il motore dell’Orchestra Filarmonica di Monte-Carlo ? Questo personaggio è un’immagine di eleganza, di sagacia e di modestia, tale che solo in pochi sono a conoscenza di quanto abbia apportato al Principato da tre lustri, ovvero dalla data in cui, nel 2000, unitamente alla signora Simone Pastor, moglie dello scomparso costruttore filantropo, Victor, creo’ l’Associazione degli Amici dell’OPM : Smadar Eisenberg. « Senza musica la vita sarebbe un errore », citando Nietzche è il motto che la Eisenberg ha coniato per l’Associazione. •L’incontro è avvenuto nello splendido hotel Le Méridien-Beach Plaza , di fronte all’imponente mare Mediterraneo che non poteva, parlando di musica, evitare di farci entrare un po’ nell’aria ravelliana de « La mer ». La signora Eisenberg , madre di due giovanotti, Edmond (25) ed Elodie (22) anch’essi appassionati di musica e che suonano diversi strumenti, tiene molto al suo « gioiello OPM» e ne parla con passione tracciandone i tratti strutturali, quali il « Consiglio d’amministrazione dell’AOP dove, oltre alla già citata Simone PASTOR – Vice-Presidente Fondatrice, ne fanno parte David FAMILIANT, Vice-Presidente - Pierre André CARPENTIER, Tesoriere Vice-Presidente– Ellen CHIAVES MARCHESI, Segretaria Generale, Jean CASTELLINI, Conseiller Artistique ed Anne Marie PORTABELLA, incaricata alle Comunicazioni ed infine il giovane Paulo VOLA, Ambasciatore pert la Giovenù. L’associazione, inoltre, conta 16 membri d’Onore che contribuiscono generosamente, unitamente a 33 membri Benefattori al sostegnodelle attività che l’Associazione organizza nel Principato ed ai concerti all’estero. Vi sono ancora molti membri attivi, poi il Club deri Juniores e il club delle Imprese del Principato. II maggior contributo finanziario dell’Orchestra viene pero’ sostenuto dal Governo monegasco al quale si aggiungono due mecenati: La Compagnia Monegasca di Banca e gli Amici dell’Orchestra. Per i propri membri, l’Associazione organizza riunioni, conferenze mensili, incontri con artisti e viaggi culturali che fanno da contorno agli spostamenti e dalle esibizioni dell’Orchestra « fuori le mura » del Principato. Sono numerosi i vantaggi che apporta ai propri benefattori. Oltre agli incontri e conferenze, ai viaggi culturali ed orchestral in città di prestigio per rifletterne quello artistico dell’OPM e, quindi, dell’immagine di Monaco, vengono progettati prima dell’inizio della stagione artistica, i progetti per il futuro ed un’analisi di quelli precedentemente realizzati. Quando il giornale uscirà in distribuzione vi sarà già stata il 23 aprile la conferenza stampa alla Salle Garnier de l’Opera sulla prossima stagione artistica e si parlerà del concert de l’Orchestre Philharmonique de Monte- Carlo à Budapest il 1°ottobre 2015, cosi’ come quello del 27 ottobre a Monaco nell’ambito dell’Anno Russo unitamente all’Orchestra di San Petersburgo. L‘Orchetra organizzando tournée nelle più prestigiose città internazionali, partecipa anche a magnificare l’immagine culturaler di Monaco. Molti progetti artistici vengono presentati prima della stagione musicale cosi’ come vengono analizzati quelli precedentemente attuati : Praga, Madrid, Vienna, Firenze, Roma, San Petersburgo, Mosca, Venezia etc. L’Orchestra Filarmonica di Monte-Carlo si esibirà il 29 settembre a Bratislava ed il 30 settembre 2015 a Budapest. Un nota italica sull’avvicendamento del direttore dell’Orchestra che vedrà il maestro Gian Luigi Gelmetti passare la bacchetta al giapponese Kazuki Yamada tra un anno : Smadar Eisenberg parla intorno alla simbiosi che il buon funzionamento tra gli artisti ed il direttore dovranno rapidamente creare affinché si giunga all’unisono per risultati rilevanti e cio’probabilmente con un cambiamento del repertorio che sarà certamente introdotto dal nuovo direttore artistico. La nota elegante conclusiva della Presidente Smadar Eisenberg è volta al futuro che desidera sia ancora più brillante e dinamico per questa meritevole Orchestra malgrado la congiuntura economica sfavorevole.

Partager cet article

Repost0
16 avril 2015 4 16 /04 /avril /2015 11:41
Orchestre Philharmonique Radio France 2013 (Crédit JF Leclercq)

Orchestre Philharmonique Radio France 2013 (Crédit JF Leclercq)

cAMILLE Thomas  © Alexandre Moulard
cAMILLE Thomas © Alexandre Moulard

~~Il FESTIVAL PRINTEMPS DES ARTS DE MONTE-CARLO 20 MARZO / 12 APRILE 2015, XXXI edizione sotto la presidenza di Sua Altezza Reale, la principessa Carolina di Hannover si è concluso con un quarto ed ultimo weekend di meraviglie grazie a recitals virtuosistici per violoncello e organo dal barocco al contemporaneo ed alla musica maestosa di Sibelius.

Per l’inaugurazione “fuori le mura” a La Turbie di quest’ultimo weekend il violoncellista parigino Xavier Phillips ha presentato giovedì 9 aprile un programma solistico di grande virtuosismo: le tre Suite per violoncello op. 72, op. 80 e op. 87 del compositore britannico Benjamin Britten.

Queste meravigliose pagine per strumento solista scritte tra il 1965 e il 1971 per il famoso violoncellista Mstislav Rostropovich e omaggio alle monumentali suite di Bach, costituiscono uno dei vertici della letteratura per violoncello per l’originalità e l’intensità dell’ispirazione melodica oltre che per il grande impegno richiesto all’interprete. Venerdì 10 aprile alla Cattedrale del Principato di Monaco e Monte-Carlo aveva prevalso anche l’imponente produzione organistica bachiana della terza parte del Klavierübung . Sabato pomeriggio è stata la volta del recital per violoncello della talentuosa e bella Camille Thomas.

Tra le finaliste del prestigioso premio Victoires de la Musique 2014 per la categoria Révélation Soliste instrumental, considerata una delle più promettenti musiciste della sua generazione,. La Thomas (classe 1988) ha dato spazio ad un programma accattivante di musiche spagnole e italiane spaziando dall’Ottocento al contemporaneo. In serata il compositore e organista pisano Francesco Filidei ha eseguito le partiture contemporanee per organo Gmeeoorh (1974) di Xenakis e Kalavinka (2007) della giapponese Noriko Baba, precedute dal capolavoro bachiano.

Il festival ha chiuso domenica con con le pagine memorabili del compositore finlandese,Sibelius, all’insegna della grandiosità. Protagonista è stata l’Orchestre Philharmonique de Radio France diretta da Mikko Franck e da una strepitosa Beiba Skride, vincitrice del Concorso Regina Elisbetta del Belgio nel 2001, solista nel meraviglioso concerto per violino (suona con uno Stradivarius ex-Baron Feilitzsch del 1734). A fine serata la hall del Grimaldi Forum è stata riempita dagli spettatori del concerto per un brindisi e qualche leccornia offerti dall’impeccabile organizzazione del Printemps des Arts di Monte-Carlo.

Il FESTIVAL PRINTEMPS DES ARTS DE MONTE-CARLO: CHIUSURA CON IL "SIBELIUS"
Il FESTIVAL PRINTEMPS DES ARTS DE MONTE-CARLO: CHIUSURA CON IL "SIBELIUS"

Partager cet article

Repost0
16 avril 2015 4 16 /04 /avril /2015 07:18
Orchestre Philharmonique Radio France 2013 (Crédit JF Leclercq)

Orchestre Philharmonique Radio France 2013 (Crédit JF Leclercq)

Camilla THOMAS
Camilla THOMAS

~~Il FESTIVAL PRINTEMPS DES ARTS DE MONTE-CARLO 20 MARZO / 12 APRILE 2015, XXXI edizione sotto la presidenza di Sua Altezza Reale, la principessa Carolina di Hannover, si è concluso con un quarto ed ultimo weekend di meraviglie grazie a recitals virtuosistici per violoncello e organo dal barocco al contemporaneo ed alla musica maestosa di Sibelius.

Per l’inaugurazione “fuori le mura” a La Turbie di quest’ultimo weekend il violoncellista parigino Xavier Phillips ha presentato giovedì 9 aprile un programma solistico di grande virtuosismo: le tre Suite per violoncello op. 72, op. 80 e op. 87 del compositore britannico Benjamin Britten.

Queste meravigliose pagine per strumento solista scritte tra il 1965 e il 1971 per il famoso violoncellista Mstislav Rostropovich e omaggio alle monumentali suite di Bach, costituiscono uno dei vertici della letteratura per violoncello per l’originalità e l’intensità dell’ispirazione melodica oltre che per il grande impegno richiesto all’interprete.

Venerdì 10 aprile alla Cattedrale del Principato di Monaco e Monte-Carlo aveva prevalso anche l’imponente produzione organistica bachiana della terza parte del Klavierübung .

Sabato pomeriggio è stata la volta del recital per violoncello della talentuosa e bella Camille Thomas. Tra le finaliste del prestigioso premio Victoires de la Musique 2014 per la categoria Révélation Soliste instrumental, considerata una delle più promettenti musiciste della sua generazione,. La Thomas (classe 1988) ha dato spazio ad un programma accattivante di musiche spagnole e italiane spaziando dall’Ottocento al contemporaneo.

In serata il compositore e organista pisano Francesco Filidei ha eseguito le partiture contemporanee per organo Gmeeoorh (1974) di Xenakis e Kalavinka (2007) della giapponese Noriko Baba, precedute dal capolavoro bachiano.

Il festival ha chiuso domenica 12 con con le pagine memorabili del compositore finlandese Sibeliu, all’insegna della grandiosità. Protagonista è stata l’Orchestre Philharmonique de Radio France diretta da Mikko Franck e da una strepitosa Baiba Skride (vincitrice del concorso Regina Elisabetta del Belgio nel 2001), solista nel meraviglioso concerto per violino ed orchestra in re minore op.47. A fine serata la hall del Grimaldi Forum è stata riempita dagli spettatori del concerto per la festa di chiusura del Festival tra brindisi e qualche leccornia offerti dall’impeccabile organizzazione del Printemps des Arts di Monte-Carlo.

Baiba Skride
Baiba Skride

Baiba Skride

Partager cet article

Repost0
9 avril 2015 4 09 /04 /avril /2015 15:16
Sanremo: 11/04/15  Grande appuntamento al Teatro Ariston con il concerto di Fiorella Mannoia

~~Sabato 11 aprile alle ore 21.15 grande appuntamento al Teatro Ariston con il concerto di Fiorella Mannoia. Sono ancora disponibili numerosi posti in platea. Prezzi di ingresso: Poltronissima € 60,00 + € 5,00 prev. Poltrona € 50,00 + € 5,00 prev. Poltrona II° € 45,00 + € 5,00 prev. Prima fila galleria € 45,00 + € 5,00 prev. Galleria € 38,00 + € 4,00 prev. Galleria II° € 28,00 + € 4,00 prev. Info e prenotazioni: tel. 0184 506060 tutti i giorno dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 21.30 Nel 2014 un disco di successo FIORELLA e l’inizio di un nuovo tour FIORELLA LIVE, che in ogni data raccoglie lunghissimi applausi e mette in fila un sold out dietro l’altro. In tutti i concerti sul palco c’è perfetta sintonia tra Fiorella e i suoi musicisti e tra l’artista e gli spettatori: una festa in musica con abbracci e strette di mani, quando la cantante scende tra il pubblico a cantare e ballare. Le mille sfumature della sua voce, le canzoni senza tempo, scritte per lei dai più grandi autori italiani, nella prossima primavera torneranno a far sognare ed emozionare gli spettatori dei più importanti teatri italiani.

Sanremo: 11/04/15  Grande appuntamento al Teatro Ariston con il concerto di Fiorella Mannoia

Partager cet article

Repost0
31 mars 2015 2 31 /03 /mars /2015 12:55
 Il FESTIVAL PRINTEMPS DES ARTS DE MONTE-CARLO 20 MARZO - 12 APRILE 2015, 3° WEEKEND

~~ Il FESTIVAL PRINTEMPS DES ARTS DE MONTE-CARLO 20 MARZO _ 12 APRILE 2015, XXXI edizione sotto la presidenza di Sua Altezza Reale, Carolina di Hannover, Principessa di Hannover Terzo weekend (2-5 aprile):

Accostamenti arditi tra musica del passato e quella contemporanea scandiscono i concerti di questo weekend con la musica di Bach, Schoenberg, Donatoni e Sibelius Per l’inaugurazione di questo terzo weekend del Printemps des Arts, il pianista Florant Boffard appassionato di Bach e specialista di Schoenber (di cui ha inciso l’opera completa per pianoforte), si diverte a intrecciare la musica dell’uno e dell’altro svelandone arcane affinità. Un percorso musicale, quello scelto da Boffard, che si snoda attraverso accostamenti arditi di autori tanto diversi, l’uno barocco e l’altro moderno, al fine di proporne una lettura originale e sorprendente.

Venerdì 3 aprile l’Orchestra Filarmonica di Monte-Carlo propone il Duo pour Bruno (1974-75), capolavoro indiscusso di Donatoni, omaggio orchestrale alla memoria di Maderna, e la Sinfonia n. 2 di Sibelius, la più popolare delle pagine sinfoniche del compositore finlandese. Protagonista del concerto di sabato sarà una delle migliori formazioni di musica contemporanea, il portoghese Remix Ensemble Casa da Musica che prediligerà pagine del contemporaneo Johannes Schöllhorn (Murnau 1962), in chiusura la monumentale Arte della fuga bachiana sarà affidata a Célimène Daudet definita dal quotidiano La Croix “Pianista di rara finezza. Un tocco dal lirismo irresistibile, ora delicato ora appassionato”. Il concerto di domenica, consacrato prevalentemente a Bach, sonda sia la vena fastosa del Concerto per clavicembalo BWV 1056 e del Concerto brandeburghese n. 5 BWV 1050 sia quella intima de L’Offerta musicale BWV 1079 e della Sonata in trio BWV 1038 nella sapiente interpretazione dell’Ensemble La Belle Aventure. Il concerto apre con la partitura di Donatoni Lem per contrebasso affidata a Nicolas Crosse.95856526

Célimène Daudet (c) photo Clémént Daudet

Célimène Daudet (c) photo Clémént Daudet

~~ GIOVEDÌ 2 APRILE IL GRANDE BACH E LA SUA INFLUENZA 20.30 Beaulieu-sur-Mer, Casino BACH / Suite francese n. 5 in sol maggiore, BWV 816; Invenzione a 3 voci n. 9, BWV 795 SCHÖNBERG / Pezzi per pianoforte, op. 23, nn. 1, 2 BACH / Sonata in trio n. 4, BWV 528 – Andante (transcrizione F. Boffard) SCHÖNBERG / Pezzi per pianoforte, op. 23, n. 3 BACH / Invenzione a 3 voci n. 14, BWV 800 SCHÖNBERG / Pezzi per pianoforte, op. 23, nn. 4, 5; Suite op. 25 Florent Boffard, pianoforte In coproduzione con la città di Beaulieu-sur-Mer VENERDÌ 3 APRILE SIBELIUS, IL GRANDE COMPOSITORE FINLANDESE 19.00 Auditorium Rainier III, incontro con le opere: “Franco Donatoni: la modernità all’italiana” Lucie Kayas, musicologo 20.30 Auditorium Rainier III DONATONI / Duo per Bruno SIBELIUS / Sinfonia n. 2 in re maggiore, op. 43 Orchestre Philharmonique de Monte-Carlo Gianluigi Gelmetti e Kazuki Yamada, direzione SABATO 4 APRILE IL GRANDE BACH RIVISTO E CORRETTO 15.00 Auditorium Rainier III GIORNATA DEI CONSERVATORI Académie de Monaco e conservatori della regione 19.00 Musée océanographique, incontro con le opere: “L’Arte della fuga: un’arte della diffrazione?” Emmanuel Reibel, musicologo 20.30 Musée océanographique SCHÖLLHORN / Anamorphoses pour ensemble; Huit mouvements d’après L’Art de la fugue de Bach Remix Ensemble Casa da Música Peter Rundel, direzione BACH / L’Arte della fuga per pianoforte, BWV 1080 Célimène Daudet, pianoforte DOMENICA 5 APRILE BACH BAROCCO 16.30 Opéra Garnier, incontro con le opere: “Bach nello stile concertante” Emmanuel Reibel, musicologo 18.00 Opéra Garnier DONATONI / Lem per contrabbasso Nicolas Crosse, contrebasso BACH / Concerto per clavicembalo, archi e continuo in fa minore, BWV 1056; L’Offerta musicale, BWV 1079: Sonata per violino, flauto e continuo; Sonata in trio, BWV 1038 per violino, flauto e basso continuo; Concerto brandeburghese n. 5, BWV 1050 per clavicembalo concertante, archi, flauti e continuo Ensemble La Belle Aventure Blandine Rannou, direzione e clavicembalo Prezzi dei biglietti variano da 25 a 50 euro con possibilità di riduzioni per chi acquista più concerti; biglietti ridotti a 10 euro per giovani fino ai 25 anni ed entrata gratuita per i bambini fino ai 12 anni. Modalità di prenotazione e di acquisto dei biglietti: 12 avenue d’Ostende MC 98000 Monaco, tel +377 97983290. info@printempsdesarts.com; www.printempsdesarts.com

Partager cet article

Repost0
29 mars 2015 7 29 /03 /mars /2015 11:46
 ANGELO BRANDUARDI – GRANDE PROTAGONISTA  ALL'ARISTON DI SANREMO
 ANGELO BRANDUARDI – GRANDE PROTAGONISTA  ALL'ARISTON DI SANREMO

~~27 marzo 2015 – AL TEATRO ARISTON ANGELO BRANDUARDI GRANDE PROTAGONISTA IN UN MAESTOSO CONCERTO. La scenografia ci ricorda un lussuosa sala con lampadari di cristallo, luce brillante supportata da fari di caleidoscopici colori, ecco l’atmosfera per uno spettacolo coinvolgente e magico , la solennità della musica , una forma d’arte astratta capace di innalzarci verso Dio.La musica alta è la classica mentre ad un livello inferiore è quella leggera.In scena l’eclettico Angelo Branduardi accompagnato dai suoi musicisti Michele Ascolese ( chitarre classiche, acustiche e a corde), Leonardo Piri ( piano , tastiere, fisarmonica, harmonium), Stefano Olivato ( contrabbasso, basso elettrico, armonica a bocca, Davide Ragazzoni ( batteria e percussioni), ricevono dopo ogni esecuzione di brano calorosissimi applausi dal numeroso pubblico in sala. Il Concerto ci spiega l’Artista è suddiviso in due parti: ” la musica ha in sé due anime una è il corpo l’altra è lo spirito...prima visiteremo il corpo e poi l’anima….” . Ne deriva la malinconia, che è la parte fondamentale della musica, Branduardi sottolinea :” Se mi è concesso la musica più bella è quella triste. Il concetto di dualismo è strettamente legato alle teorie antropologiche sulla musica, che nasce come fatto strettamente legato alla religione. Nella prima parte del Concerto , dedicata ai pochi scritti di San Francesco d’Assisi e ad altre leggende che fanno parte delle fonti Francescane, quali la Leggenda aurea, i Fioretti, Angelo Branduardi ha cantato il brano dedicato al “Cantico delle Creature ” , la prima poesia scritta dal primo poeta San Francesco d’Assisi. La lingua in volgare nascente dal dialetto umbro e toscano, appare inquietante come lo sono le cose arcaiche , ma la musica è trascinante e fortemente coinvolgente, come ” La predica della perfetta letizia”. La seconda parte de ” Camminando Camminando”costruita all’insegna del ” meno c’è, più c’è” in cui Branduardi ha eseguito alla chitarra e al violino delle melodie della tradizione elisabettiana , la cui musica è ampiamente godibile, l’unica nota se vogliamo dire negativa è la morte che compare in quasi tutte le ballate. L’ispirazione nasce dal grande libro delle ” Child Ballades” del musicologo Francis J. Child, che traggono origine dal patrimonio culturale del folk inglese, scozzese ed irlandese. Particolarmente toccante è stata l’esecuzione de ” Rosa di Galilea”, si tratta di un miracolo raccontato in un Vangelo apocrifo in cui si parla di Maria e dell’albero di ciliegie. Dopo un continuo susseguirsi di applausi e ” Bravo” si è giunti al finale della Festa preannunciata dal Menestrello d’Oltre Po , essendo dunque la musica una Festa tutti i presenti si sono divertiti ed emozionati dinnanzi ad uno spettacolo indimenticabile di Angelo Branduardi, interprete d’eccezione, applauditissimo per la perfezione della sua performance raccontata con cuore ed anima.

di Mariagrazia Bugnella

(c) Foto L.MATTERA

Nota dell'editore: E' mancata l'esecuzione de "La fiera dell'Est"! uno dei suoi più grandi iniziali successi di pubblico.

 ANGELO BRANDUARDI – GRANDE PROTAGONISTA  ALL'ARISTON DI SANREMO
 ANGELO BRANDUARDI – GRANDE PROTAGONISTA  ALL'ARISTON DI SANREMO
 ANGELO BRANDUARDI – GRANDE PROTAGONISTA  ALL'ARISTON DI SANREMO
 ANGELO BRANDUARDI – GRANDE PROTAGONISTA  ALL'ARISTON DI SANREMO

Partager cet article

Repost0
21 mars 2015 6 21 /03 /mars /2015 14:12
Ariston Sanremo: concerto di Angelo BRANDUARDI CAMMINANDO CAMMINANDO

Primo appuntamento della stagione primaverile del teatro Ariston venerdì 27 marzo alle ore 21.15 con il concerto di Angelo Branduardi accompagnato da Ellade Bandini alle percussioni, Stefano Olivato al contrabbasso e Leonardo Pieri alle tastiere. venerdì 27 marzo ore 21.15 ANGELO BRANDUARDI CAMMINANDO CAMMINANDO Tour 2015 “Camminando Camminando tre” protagonista Angelo Branduardi, in un concerto di grande coinvolgimento e trasporto nel quale il suono diventa magia ed irrompe nella vita di ogni giorno, che ci allontana dal “qui ed ora” e ci insegna un modo diverso di vivere e nel quale gli spettatori verranno considerati “come giardini segreti magici la mattina presto in cui si entra a piedi nudi per non fare rumore” Dopo il suo ultimo lavoro, “Il Rovo e la Rosa – Ballate d’amore e di morte”, dove Angelo Branduardi ha ripescato a piene mani nella tradizione del periodo elisabettiano, puntando a saldare produzione pop e lavoro di ricerca, il menestrello d’oltre Po torna in tour la prossima primavera. Si riapre il grande libro delle “Child Ballads”, ovvero la monumentale antologia che il musicologo Francis J. Child raccolse nell’Ottocento compendiando il patrimonio culturale del folk inglese, scozzese ed irlandese poi trasmigrato anche in America, e Branduardi si sofferma sulle arie dell’età Elisabettiana in voga a cavallo tra Cinque e Seicento. “Il Rovo e la Rosa” sarà al centro del tour della prossima primavera come filo rosso di una antologia che proporrà, tra gli altri, i sempreverdi La Luna, Confessioni di un malandrino, Il dono del cervo… Il concerto è costruito all’insegna del “meno c’è, più c’è”: Branduardi lavora per sottrazione, anziché per addizione, cercando essenzialità e pulizia, cerca il vuoto (al contrario dei barbari che ne avevano terrore); più che a riempire gli spazi con arrangiamenti su arrangiamenti, punta a lasciare anche i giusti silenzi, con l’obiettivo di permettere alle frasi musicali di respirare e di manifestarsi pienamente. Branduardi invita così il pubblico ad entrare in quello che lui definisce una sorta di “giardino segreto” da frequentare all’alba, in punta di piedi (scalzi), costruito su suoni che sono allo stesso tempo antichi e moderni, cogliendone le suggestioni e gli umori, ascoltando l’eco senza tempo di quegli antichi racconti popolari di amore e di morte, di incanti e avventure, tramandati per secoli e tutt’ora presenti nella memoria collettiva delle genti al di qua e al di là dell’Atlantico. Posti disponibili in tutti i settori, prenotazioni tel. 0184 506060 tutti i giorni dalle 16.00 alle 21.00 Acquisto on-line: www.aristonsanremo.com - www.ticketone.it

Partager cet article

Repost0
17 mars 2015 2 17 /03 /mars /2015 08:34
FRANCESCO PEPICELLI
FRANCESCO PEPICELLI

~~Giovedì 19 marzo alle ore 17 l’ Orchestra Sinfonica di Sanremo si esibirà al Teatro dell’ Opera del Casinò di Sanremo diretta dal proprio Direttore Stabile ed Artistico M° Giancarlo De Lorenzo. Il concerto dal titolo “L’esuberanza e l’equilibrio” vedrà protagonista anche il violoncellista Francesco Pepicelli, apprezzato musicista che si esibito con le più importanti orchestre in Italia e all’estero. Il programma sarà costituito dalla “Sinfonia N. 4 in Re Minore Op. 12 n. 4 G 506 “La casa del diavolo” di L. Boccherini il “Concerto N. 1 in Do Maggiore per Violoncello e Orchestra” e la “Sinfonia N. 101 in Re Maggiore “La Pendola”” di F. J. Haydn L’Orchestra proporrà poi il medesimo concerto al Teatro Grande di Brescia Sabato 21 marzo alle ore 20.45.

Francesco Pepicelli Ha studiato violoncello con Filippini al Conservatorio "G.Verdi" di Milano e si è perfezionato con Aldulescu, Baldovino, Brunello, Geringas, Janigro, Palm e Tortelier e per la musica da camera con Canino, Jones e De Rosa. Ha conseguito numerosi premi in concorsi nazionali ed internazionali come solista e con il Duo Pepicelli (Concorso Internazionale "V. Gui" di Firenze e Concorso Internazionale di Caltanissetta), con il quale svolge intensa attività concertistica in Italia e all'estero. E' stato ospite delle maggiori istituzioni concertistiche italiane e dei festival più prestigiosi (Settimane Internazionali di Napoli, Festival dei Due Mondi, Settimana al Teatro Olimpico di Vicenza, Biennale di Venezia, Festival di Brescia e Bergamo); all'estero, dopo l'esordio alla Salle Gaveau di Parigi, ha suonato con il Duo Pepicelli in U.S.A. (Carnegie Hall di New York), Germania, Austria, Spagna, Belgio, Polonia, Portogallo, Croazia, Turchia, Malta e in Giappone (Suntory Hall e Casals Hall di Tokyo). Ha suonato come primo violoncello solista nell'Orchestra Mahler diretto da Claudio Abbado, che lo ha richiesto personalmente (Festival di Salisburgo, Musikverein di Vienna e Gewandhaus di Lipsia), e come solista con numerose orchestre italiane; ha inciso il Triplo Concerto e il Concerto per violoncello e orchestra di Casella con I Pomeriggi Musicali di Milano. Numerose sono le sue registrazioni discografiche per le case Dynamic, Nuova Era, Camerata Tokyo e Bongiovanni; da segnalare, con il Duo Pepicelli, due CD con l'opera completa di Casella (prima registrazione mondiale) e Martucci. È stata pubblicata dalla Naxos l'opera completa di Busoni e Respighi per violoncello e pianoforte e dalla Velut Luna un CD con i bis del duo, in occasione dei venti anni di attività. Primo assoluto al Concorso ministeriale di violoncello per titoli ed esami e terzo in quello di musica da camera, attualmente è titolare della cattedra di musica da camera nonché docente di violoncello e musica da camera con pianoforte (2° livello) al Conservatorio "F.Morlacchi" di Perugia. Ha tenuto corsi di perfezionamento a Piediluco (Terni), a Roma (Arts Academy) e all'estero in Polonia e Giappone.

Partager cet article

Repost0
27 février 2015 5 27 /02 /février /2015 07:10

Dramma giocoso en deux actes
Musique de Wolfgang Amadeus Mozart (1756-1791) Livret de Lorenzo da Ponte Création : Prague, Théâtre national du comte Nostic, 29 octobre 1787
Production Opéra de Monte-Carlo

 

OPÉRA DE MONTE-CARLO Vendredi 20 mars 2015 - 20h Dimanche 22 mars 2015 -15h Mercredi 25 mars 2015 - 20h Vendredi 27 mars 2015 - 20h (soirée jeune public) Dimanche 29 mars 2015 - 15h
 

SALLE GARNIER MONTE-CARLO: OPERA - DON GIOVANNI

Par un hasard de l’histoire, c’est à Prague que débute l’épopée de Don Giovanni. En 1786, Mozart y présente triomphalement Les Noces de Figaro et repart quatre semaines plus tard avec un contrat pour la saison suivante. Le choix du librettiste se porte tout naturellement sur Da Ponte. A l’empereur Joseph II, qui doute de la capacité du poète à mener de front les différents livrets qu’il doit produire, Da Ponte répond : « J’écrirai la nuit pour Mozart et ça sera comme si je lisais L’Enfer de Dante… ». Cette comparaison n’est pas si extravagante : les deux œuvres présentent la particularité de mêler les styles et les caractères – chez Mozart, le bouffe et le sérieux. Ce mélange des genres est la grande force de Don Giovanni, trouvant sous la plume de Mozart une expression parfaite. Sa musique, rivée au mot, si versatile et profonde à la fois, réussit l’exploit de donner à ce mythe extraordinaire force de réalité. En même temps, sa complexité et son ambiguïté sont parfois si grandes qu’elles laissent aux interprètes et aux metteurs en scène une immense latitude. Et c’est certainement à cela que l’on reconnaît les chefs-d’œuvre universels.

______________________________________________________________________________

Don Giovanni, jeune gentilhomme extrémement licencieux: Erwin Schrott
Le Commandeur: Giacomo Prestia
Donna Anna, sa fille, dame de qualité, fiancée de Don Ottavio: Patrizia Ciofi
Don Ottavio: Maxim Mironov
Donna Elvira, noble dame de Burgos, abandonnée par Don Giovanni: Sonya Yoncheva
Leporello, valet de Don Giovanni: Adrian Sampetrean
Masetto, paysan: Fernando Javier Radó
Zerlina, sa fiancé
e: Loriana Castellano

Paysans et paysannes: Chœur de l’Opéra de Monte-Carlo Orchestre Philharmonique de Monte-Carlo - Chef de chœur: Stefano Visconti

Direction musicale: Paolo Arrivabeni

Mise en scène: Jean-Louis Grinda

Décors et costumes: Rudy Sabounghi

Lumières: Laurent Castaingt

PREMIÈRE À L’OPÉRA DE MONTE-CARLO, LE 14 FÉVRIER 1880 DERNIÈRE À L’OPÉRA DE MONTE-CARLO, LE 1 MARS 2008

Partager cet article

Repost0
25 février 2015 3 25 /02 /février /2015 07:57

Evènement musical au Grimaldi Forum Monaco

SAM SMITH EN CONCERT LE 28 JUIN !

 

« He will stay with us at the Grimaldi Forum Monaco ! »… Ce sera l’événement musical de ce début d’été 2015 : auréolé de ses 4 récents Grammy Awards, Sam Smith sera en concert dans la Salle des Princes le 28 juin !

 

Le chanteur pop britannique, qui peut se prévaloir d’être le seul artiste mondial à avoir vendu l’an dernier 1 million d’albums en Grande-Bretagne et aux USA, a frappé un grand coup dès son premier opus. « In the Lonely Hour », n°1 dans les charts anglais et n°2 au US Billboard Top 200, s’est vendu à plus de 5 millions d’exemplaires dans le monde.

 

Collectionnant les plus hautes distinctions musicales sur nombre de tapis rouges, Sam Smith, avec sa ballade « Stay with Me », a rapidement été consacré comme le plus grand artiste masculin britannique au cours de ces dernières années.

 

Sur scène, Sam Smith a atteint de nouveaux sommets en ayant fait salles combles lors de ses tournées européennes, nord-américaines et britanniques. En janvier dernier, son concert au Madison Square Gardens de New York s’est vendu en moins d’une demi-heure !

 

Prix des places : 49 et 59 euros

Réservation  : sur place ou grimaldiforum.com, FNAC et points de vente habituels

 

Partager cet article

Repost0
18 février 2015 3 18 /02 /février /2015 15:37
Casino Sanremo: concerto “Amadè e l’amico boemo” diretto dal M° Giancarlo De Lorenzo

Dopo il grande successo della 65° edizione del Festival di Sanremo che ha visto apprezzata protagonista anche la nostra Orchestra Sinfonica di Sanremo, tornano i consueti concerti della Stagione 2015.

Domenica 22 febbraio 2015 alle ore 17 al Teatro dell’ Opera del Casinò l’ Orchestra sarà impegnata nel concerto “Amadè e l’amico boemo” diretto dal M° Giancarlo De Lorenzo, neo Direttore Artstico e Stabile della nostra Istituzione, ed il pianista Marco Vincenzi. Il programma musicale proposto sarà costituito dalla “Sinfonia n. 2 per Archi” e “Sinfonia n. 4 per Archi” (Prima esecuzione a Sanremo) di J. Myslivecek, “Concerto n. 12 il La maggiore K 414 per pianoforte e orchestra” e “Concerto n. 13 in Do Maggiore K. 415 per pianoforte e orchestra”.

Il concerto sarà preceduto dalla nuova iniziativa, che nel primo appuntamento ha riscosso grande apprezzamento, “Un caffè con l’Artista” alle ore 16 presso il Roof Garden del Casinò di Sanremo.

Partager cet article

Repost0
16 février 2015 1 16 /02 /février /2015 08:48
(c) Foto Luciano Gherardi

(c) Foto Luciano Gherardi

65°FESTIVAL DI SANREMO: I PREMIATI

FESTIVAL DI SANREMO: I PREMIATI

Perplessità da parte del pubblico durante l'annuncio degli esclusi da parte di Conti in quanto, per un errore nella grafica sul monitor, Nek figurava al nono posto. Il conduttore ha dovuto farsi dare la classifica per iscritto ed ha annunciato che al nono posto era presente Nina Zilli e non Nek che invece figurava nella lista dei primi tre cantanti.


Un pezzo dal musical Romeo e Giulietta, con protagonisti l’ex concorrente di X Factor Davide Merlini e Giulia Luzi, ha dato inizio alla serata in omaggio alla festa di San Valentino!
Al canta
nte Kaligola è stato consegnato da Claudio Cecchetto il premio Sergio Bardotti per il “miglior testo” . Tra i personaggi visti avvicendarsi sul palco del teatro Ariston oltre ai sedici cantanti in gara, si sono visti Giorgio Panariello - cui è stato consegnato il premio Città di Sanremo - Will Smith e Margot Robbie, il cantante Ed Sheeran, la PMF e Gianna Nannini. Per quanto concerne i premi della serata, la canzone di Nek “Fatti avanti amore” riceve, oltre al secondo piazzamento, il Premio Sala Stampa “Lucio Dalla”, in cui ha partecipato anche il giornale Royal Monaco, ed il Premio per il miglior arangiamento. Il Premio della critica “Mia Martini” è andato a Malika Ayane con la canzone “Adesso è qui, nostalgico presente”

Luigi MATTERA - RM

Nella notte tra sabato 14 e domenica 15 febbraio si è chiusa l'edizione 2015 del Festival di Sanremo: ha trionfato il trio Il Volo, che con “Grande amore” è riuscito a salire sul gradino più altro del podio, davanti a Nek e Malika Ayane. Quest'anno però va sottolineato soprattutto il grandissimo successo che l'intero Festival ha avuto, grazie alla brillante conduzione di Carlo Conti e alla capacità dei produttori di coinvolgere ampiamente anche il pubblico più giovane.
L'edizione del 2015 è stata la più seguita da dieci anni a questa parte: media ascolto di 10 milioni 837 mila spettatori, mentre per l'ultima serata è stata raggiunta la cifra di 11 milioni 843 mila spettatori. Grande successo anche nella fascia giovanile, quella che comprende il pubblico tra i 15 e i 24 anni: basti pensare, come lo stesso direttore di Rai 1 Giancarlo Leone ha rivelato, che nella serata di venerdì un giovane su due ha visto il festival. Un trionfo che ha peraltro permesso di raggiungere un saldo attivo pari a 6 milioni di Euro. Grande merito va, come detto, a Carlo Conti che è riuscito a realizzare il suo proposito di regalare agli italiani uno spettacolo dal ritmo sostenuto e piacevole; si rincorrono le voci che vorrebbero il conduttore de “L'eredità” al Festival anche per la prossima edizione, ma lo stesso Conti ha dichiarato di doverci riflettere. Comprensibile: bissare un simile successo sarebbe impresa non semplice.
Per quanto riguarda i vincitori, il successo è stato raggiunto da Il Volo con il 39% dei voti. Enorme la soddisfazione dei ragazzi, già molto apprezzati anche all'estero, che avranno così la possibilità di rappresentare l'Italia all'Eurovision di Vienna in programma per il mese di maggio. La seconda piazza è andata invece a Nek( 35% dei voti), al quale va comunque attribuito il merito di aver saputo conquistare la platea dell'Ariston con il pezzo intitolato “Fatti avanti amore”. “Non è una canzone molto festivaliera” - ha dichiarato l'artista nella conferenza stampa che ha seguito la serata conclusiva - “Non mi aspettavo tutto questo successo. L'ho sentita passare in radio e ho visto il pubblico tenere il tempo. Davvero non me l'aspettavo”.
Infine, terza posizione per Malika e la sua “Adesso e qui( nostalgico presente)”; si è mostrata comunque entusiasta la cantante di origini italo-marocchine, che ha ringraziato a lungo la stampa per averle attribuito il premio della critica “Mia Martini”( Mentre allo stesso Nek è andato il premio della sala stampa “Lucio Dalla”). Da ricordare infine il trionfatore della categoria Nuove Proposte, ossia Giovanni Caccamo, eletto come il migliore tra i giovani nella serata di venerdì 13 febbraio.
Alla qualità della musica e della conduzione si è poi aggiunto un elenco di ospiti di prim'ordine: dal commissario tecnico della nazionale italiana Antonio Conte a Gianna Nannini, per arrivare fino al simpaticissimo Will Smith che ha dato luogo ad un divertente botta e risposta con Carlo Conti. Il conduttore fiorentino è stato poi bravo a superare anche l'unico grande momento di difficoltà, quando nel corso dell'ultima serata il supporto grafico ha mostrato una classifica finale sbagliata.
Insomma, vivendo il Festival giorno dopo giorno è diventato sempre più chiaro come l'edizione 2015 fosse un'edizione da record. Carlo Conti aveva ragione: t
utti cantano Sanremo.

Federico CIMATTI - RM

Partager cet article

Repost0
15 février 2015 7 15 /02 /février /2015 20:41

MILANO-SANREMO DELLA CANZONE ITALIANA

Nella serata di venerdì 13 febbraio, a margine del Festival di Sanremo e nella meravigliosa cornice del Casinò cittadino, ha avuto luogo la serata dedicata alla "Milano-Sanremo della canzone italiana", percorso a tappe che vede per protagonisti numerosi artisti della penisola. Diversi gli ospiti per questo evento di rilievo, fra i quali spicca un nome che non necessita di presentazione alcuna: Giulio Rapetti, in arte Mogol. Descritto nel corso della serata come "il più grande paroliere italiano di sempre", Mogol dopo aver interagito con i presenti ha potuto anche ritirare un riconoscimento consegnatogli a nome della REA.
Proprio in merito all'organizzazione delle RadioTelevisioni Europee Associate va sottolineato come fosse presente lo stesso Presidente Antonio Diomede in persona, il quale ha voluto soprattutto sottolineare l'importanza che le radio locali possono e devono avere nel panorama nazionale, rilevanza che troppo spesso viene loro negata. A proposito di radio: ospiti di questa tappa della Milano Sanremo anche due nomi storici dell'ambiente radiofonico, vale a dire Awana Gana (direttore artistico della serata) e Guido Gheri. Il primo, storico speaker di Radio Montecarlo dagli anni '70 al 1992, il secondo - che a Firenze e dintorni viene affettuosamente chiamato "Gheri Guido", con il cognome a precedere il nome - speaker e direttore della radio toscana Radio Studio 54. A questi si aggiunge anche la presenza di Salvatore Riso, presidente de "Le 100 Radio" e di Francesco Massara, editore dell'emittente calabrese Radio Studio 54 Network. No, non abbiamo sbagliato a scrivere: la radio di Massara e quella di Gheri hanno veramente lo stesso nome.
Parte della serata è stata poi ovviamente caratterizzata da esibizioni musicali, fra cui quella dei Metrò; la band di origini aquilane, che ha già trionfato anche al Festival di Ghedi, ha aperto le danze con alcune delle più famose canzoni del proprio repertorio. Diversi gli artisti partecipanti in qualità di concorrenti a quest'ultimo appuntamento della "Milano Sanremo": fra questi ad esempio Corrado Neri, Simona Ali Seminara e Stefal Damiani. Proprio quest'ultimo è stato decretato vincitore assoluto del tour, grazie al suo pezzo "Good Bye Bambina".

Federico CIMATTI

Partager cet article

Repost0
15 février 2015 7 15 /02 /février /2015 09:53

È andata in scena nella sala stampa del Teatro Ariston di Sanremo la conferenza stampa di presentazione dell'ultima serata del Festival. Presenti, a differenza della conferenza di venerdì 13, anche Emma e Rocío Munoz Morales. Da segnalare anche un simpatico siparietto conclusivo, con Giorgio Panariello - ospite che presenzierà all'ultima serata - che ha fatto il suo ingresso in sala concedendosi così ai presenti per qualche minuto.

La mattinata ha in realtà avuto inizio con la conferenza stampa del vincitore della categoria Nuove Proposte, Giovanni Caccamo, il quale ha voluto soprattutto ringraziare la sua casa discografica, la Sugar, sottolineando come il suo auspicio sia di aver vinto soprattutto grazie all'autenticità mostrata sul palco.

Per quanto riguarda poi la conferenza stampa principale, anzitutto il Direttore Giancarlo Leone ha fornito alla stampa la consueta analisi statistica: va evidenziato in particolar modo il boom della fascia d'età 15-24, dal momento che di fatto un giovane su due ha guardato il festival. Picco d'ascolti nel momento in cui ha cantato Nesli, livello massimo di share in chiusura con l'annuncio dei quattro eliminati.

Carlo Conti invece ha potuto rivelare come la sua canzone del cuore fosse "Come una favola" di Raf, prima di confermare l'essenza 2.0 di questa edizione del Festival: merito di grafica, linguaggio, ritmo e soprattutto dei social a detta dello stesso presentatore. Nulla da fare invece, anche in vista dell'anno prossimo, per l'eventuale presenza della storica band dei Pink Floyd.

Come detto, sono intervenute in questa occasione anche Emma e Rocío. La prima ha così avuto l'occasione di parlare della difficoltà( ma anche del divertimento) data dal dover svestire per una volta i panni della cantante, concentrandosi poi sulla gara delle Nuove Proposte per fare così i complimenti a Caccamo per il successo( "però facevo il tifo per Amara").

Chiusura con l'intervento di Panariello: ora è tutto pronto, spazio all'ultimo spettacolo.

Federico CIMATTI

Partager cet article

Repost0
13 février 2015 5 13 /02 /février /2015 18:01
FESTIVAL SANREMO: CONFERENZA STAMPA DEL 13 FEBBRAIO
FESTIVAL SANREMO: CONFERENZA STAMPA DEL 13 FEBBRAIO

Si è svolta nella giornata di venerdì 13 febbraio la conferenza stampa di presentazione della penultima serata del Festival di Sanremo. Quarantacinque minuti di domande, ricchi come sempre di spunti interessanti relativi al Festival della canzone italiana.

Carlo Conti ha così potuto rispondere a domande relative alle condizioni di Arisa - "sta meglio" - e di Raf, colpito in questi giorni dalla tosse ma in via di guarigione. "Sta migliorando, mi ha chiamato stamane e farà di tutto per potersi esprimere al meglio" ha dichiarato il presentatore del Festival ai giornalisti presenti in sala stampa. Conti, che ha colto l'occasione della giornata mondiale della radio per salutare tutti i colleghi facenti parte del mondo radiofonico, si è poi soffermato sul meccanismo del televoto, sottolineando come questo sia assolutamente equilibrato e funzionale.

La conferenza stampa, peraltro, ha avuto inizio con una piacevole sorpresa: l'estrazione degli accoppiamenti per le semifinali delle nuove proposte, il cui vincitore sarà decretato proprio nella serata di venerdì 13. Il sorteggio ha dato il seguente esito: Amara-Kutso, Nigiotti-Caccamo.

FESTIVAL SANREMO: CONFERENZA STAMPA DEL 13 FEBBRAIO
FESTIVAL SANREMO: CONFERENZA STAMPA DEL 13 FEBBRAIO
FESTIVAL SANREMO: CONFERENZA STAMPA DEL 13 FEBBRAIO
FESTIVAL SANREMO: CONFERENZA STAMPA DEL 13 FEBBRAIO

Lo stesso Carlo Conti, dopo aver specificato come l'Intervento dell'astronauta italiana Samantha Cristoforetti fosse stato registrato nel pomeriggio di giovedì per esigenze della NASA, rispondendo a chi aveva chiesto quale fosse la ricetta per rendere il Festival interessante anche per i giovani ha avuto modo di dire come il suo modus operandi - applicato a tutte le trasmissioni da lui condotte - sia caratterizzato proprio dal ritmo sostenuto, così da rendere lo spettacolo il più gradevole possibile.

Spazio anche per il direttore di Rai 1 Giancarlo Leone, il quale ha fornito alcuni dati interessanti: sono circa 65mila gli utenti unici di Twitter che scrivono del Festival in 140 caratteri, mentre le previsioni di guadagno della Rai - al netto dei soldi investiti( tra i 15,5 e i 16 milioni di Euro) e dei ricavi pubblicitari previsti( almeno 20 milioni) - si attestano intorno ad una cifra che dovrebbe essere come minimo di 4 milioni di Euro.

Infine Alberto Biancheri, Sindaco di Sanremo, ha risposto ad alcune domande soffermandosi soprattutto sull'impatto positivo che il Festival ha sulla città e sulla regione Liguria.

Insomma, la sensazione è che riguardo all'andamento del Festival ci sia grande soddisfazione di tutte le parti in causa. Ora non resta che attendere l'esito delle due serate decisive.

Federico CIMATTI

Partager cet article

Repost0

Présentation

  • : ROYAL MONACO RIVIERA ISSN 2057-5076
  •  ROYAL MONACO RIVIERA      ISSN 2057-5076
  • : Royal Monaco Riviera web magazine fondé par Luigi MATTERA est le PREMIER site online de Monaco en presse écrite . Royal Monaco Riviera, il primo sito online del Principato divenuto cartaceo.ARTE, CULTURA, SOCIETA' della Riviera Ligure e Costa Azzurra!
  • Contact

Recherche